/ Territorio

Territorio | 31 dicembre 2020, 20:28

La Guardia di Finanza dona 300 capi d'abbigliamento sequestrati alla Croce Rossa di Luino

I vestiti contraffatti sarebbero stati eliminati, ma le Fiamme Gialle hanno proposto al giudice un loro riutilizzo con finalità sociali e così, una volta resi neutri, sono stati consegnati all'associazione luinese che li donerà alle famiglie bisognose

La Guardia di Finanza dona 300 capi d'abbigliamento sequestrati alla Croce Rossa di Luino

Trecento capi d'abbigliamento contraffatti, oggetto di un sequestro della Guardia di Finanza in vari procedimenti penali, donati alla Croce Rossa di Luino e Valli.

I vestiti sarebbero stati eliminati, ma gli agenti della Finanza hanno proposto al giudice un riutilizzo con finalità sociale e hanno ritenuto, visto il lavoro straordinario sul territorio che i volontari della Cri svolgono quotidianamente per assistere le famiglie in difficoltà segnalate dai Comuni, di mettere loro a disposizione questo materiale utile per la stagione invernale. Gli abiti sono stati resi neutri dai militari, togliendo i loghi contraffatti e saranno consegnati alle famiglie assistite. «Siamo grati alla Guardia di Finanza di Luino per questa donazione. Un modo molto apprezzato per utilizzare a fin di bene del materiale oggetto di reato. Siamo al fianco del lavoro instancabile dei nostri militari a tutela dei cittadini e dell'economia del nostro Paese. Conosciamo bene la serietà e la dedicazione che i finanzieri di Luino mettono nel loro lavoro, ma anche nell'attenzione verso le vulnerabilità, grazie anche a questa stretta amicizia e collaborazione con noi Croce Rossa. Ringraziamo il capitano Serio e tutti militari della Compagnia di Luino della Guardia di Finanza, con cui c'è pieno sostegno e sintonia sulle attività svolte nella nostra Comunità» afferma il presidente della Croce Rossa luinese Pierfrancesco Buchi. 

M. Fon.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore