/ Economia

Economia | 07 dicembre 2020, 11:46

Non c'è pace alla Whirlpool di Cassinetta, oggi un altro sciopero e il blocco della portineria

Sindacati e lavoratori protestano contro la scelta dell'azienda di svolgere attività produttiva il sabato: «Inaccettabile che non sia stato ancora definito il calendario di fine anno e che si chieda ai lavoratori di rinunciare a parte delle proprie festività natalizie in un anno pesante come il 2020».

Non c'è pace alla Whirlpool di Cassinetta, oggi un altro sciopero e il blocco della portineria

Non c'è pace allo stabilimento Whirlpool di Cassinetta a Biandronno, dove anche oggi, 7 dicembre, i sindacati Fion Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil hanno proclamato due ore di sciopero e da stamattina alle 6 anche il blocco della portineria, che sta impedendo gli ingressi dei fornitori. 

«L'iniziativa sta dando ottimi risultati visto il numero di mezzi bloccati - commentano le Rsu di Cassinetta - sempre nella giornata di oggi, lunedì 7 dicembre, sono state proclamate le ultime due ore di sciopero a fine di ogni turno di lavoro, part-time compresi. Se le regole anti Covid lo permetteranno sabato 12 dicembre sarà organizzato il presidio presso tutti gli ingressi del sito al fine di evitare l’attività produttiva il sabato». Sindacati e lavoratori protestano per la scelta di Whirlpool di svolgere attività lavorativa il sabato, sia il 5 dicembre che il 28 dicembre. «Riteniamo come Rsu inaccettabile che non sia stato ancora definito il calendario di fine anno - commentano in una nota Fiom, Fim e Uilm - è intollerabile che si programmi attività lavorativa il 28 dicembre chiedendo ai lavoratori di rinunciare a parte delle proprie festività natalizie, dopo un anno, come il 2020, intenso e pesante anche dal punto di vista emotivo. Invitiamo l'azienda a riflettere sulle proprie posizioni ristabilendo le corrette relazioni sindacali». 

M. Fon.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore