/ Politica

Politica | 25 novembre 2020, 12:25

La denuncia di Astuti (Pd): «A Varese i vaccini antinfluenzali attesi arriveranno solo la seconda settimana di dicembre e non basteranno per tutti i pazienti fragili»

Il consigliere regionale varesino del Partito Democratico lancia l'allarme: «Il vaccino oltre ad arrivare in ritardo sarà in quantità ridotte, un fatto gravissimo perché non basterà per tutti i pazienti indicati come "soggetti da vaccinare"».

La denuncia di Astuti (Pd): «A Varese i vaccini antinfluenzali attesi arriveranno solo la seconda settimana di dicembre e non basteranno per tutti i pazienti fragili»

«A Varese i vaccini antinfluenzali attesi arriveranno solo la seconda settimana di dicembre e in quantità ridotte. Non basteranno per  tutti i pazienti fragili» denuncia in una nota il consigliere regionale varesino del Partito Democratico Samuele Astuti.

«E' evidente e gravissimo il fatto che non basteranno per  tutti i pazienti indicati dalla Regione e dal Ministero della Salute come "soggetti da vaccinare" e altrettanto evidente che di questo qualcuno dovrà rendere conto» lancia l’allarme Astuti, a seguito della comunicazione inviata dall’Ats Insubria ai medici di medicina generale. «La nota inviata ieri ai medici di medicina generale - prosegue il consigliere del Pd - precisa che, a seguito di un ritardo nella consegna delle dosi, il vaccino, il Fluad trivalente, sarà disponibile solo nella seconda settimana di dicembre e solo in 31810 dosi, numero che, scrive l’Ats stessa,  non basterà a coprire il fabbisogno stimato. Le dosi, sia pure in ritardo, saranno destinate a completare la campagna antinfluenzale degli over 65, ma per gli altri pazienti fragili non basteranno. La nota dell’Ats ai medici di medicina generale traccia linee chiare: i cittadini con patologie croniche di età inferiore ai 65 anni dovranno essere rinviati ai centri vaccinali dell’Asst Lariana. I cittadini in salute, di età compresa tra i 60 e i 64 anni, potranno essere vaccinati solo dopo aver terminato le vaccinazioni degli over 65. I famigliari sani di pazienti fragili non si prevede siano vaccinati a carico del servizio sanitario regionale e  così pure  le categorie solitamente considerate a rischio, come insegnanti e  operatori di  sportelli pubblici. La conferma di quanto denunciamo da mesi. Aver continuato a sostenere che sui vaccini andava tutto bene, anziché chiedere aiuto alle altre Regioni è un atto da veri irresponsabili. E di questo non mancheremo di chiedere conto all’assessore alla Sanità e al presidente di Regione Lombardia».

 

Redazione


SPECIALE ELEZIONI 2021 - VARESE
Vuoi rimanere informato sulla politica di Varese in vista delle elezioni 2021 e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo VARESE POLITICA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP VARESE POLITICA sempre al numero 0039 340 4631748.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore