/ Economia

Economia | 23 novembre 2020, 07:00

A cosa servono i fiori di Bach

Il metodo Bach usufruisce delle proprietà di una selezione di specifici fiori selvatici.

A cosa servono i fiori di Bach

Nel mondo del benessere e dei rimedi naturali i fiori di Bach hanno un posto di rilievo. Quali sono però gli impieghi di questa specie e perché vengono considerati a dir poco miracolosi?

Oggi proveremo a scoprirlo. 

Quante volte, nel tentativo di trovare un rimedio ad un malessere fisico, vi siete imbattuti nei fiori di Bach? In effetti sono tantissime le persone che raccomandano l’impiego di questi particolari fiori per alleviare un dolore fisico o una preoccupazione di natura emotiva. 

Possono davvero delle piante avere utilità nella cura del benessere psicofisico?

La risposta è sì. Se siete ansiosi di scoprire tutti i benefici di cui i fiori di Bach sono capaci vi consigliamo di dedicare qualche minuto alla lettura di quest’articolo. 

Di sotto, tutto quello che c’è da sapere sul tema. 

Che cosa sono i fiori di Bach? 

Il metodo Bach usufruisce delle proprietà di una selezione di specifici fiori selvatici. Secondo i più grandi esperti di naturopatia e rimedi omeopatici, queste particolari specie vegetali hanno il poter di mutare lo stato psicologico dell’individuo, alleviando stress, ansia, tensione e malesseri psicosomatici. 

Fiori di Bach opinioni 

La funzione calmante dei Fiori di Bach infatti avrebbe una lieve utilità sul corpo, che traendo beneficio dalla condizione di benessere guadagnata potrà godere di una ritrovata serenità. 

Il metodo Bach è spesso punto di forza della disciplina naturopata. Sono molte infatti le persone che, testando l’efficacia di questi rimedi naturali, scelgono di farne un oggetto di studio. 

Se siete tra queste, a proposito, vi consigliamo di cliccare qui

Ma quali sono poi davvero le proprietà di queste piante? In che modo possono aiutare l’umore?

Scopriamo di più. 

Origine e proprietà 

La paternità del metodo Bach viene attribuita all’uomo da cui lo studio prende anche il nome. Edward Bach è stato un medico e uno scrittore britannico. A lui va il merito di aver intuito le proprietà benefiche dei rimedi floreali e di averne fatto un vero e proprio metodo per la cura del benessere psicofisico. 

Sul mercato si possono trovare diverse miscele. A seconda dal tipo di preparazione è possibile ottenere un miglioramento per un disturbo diverso. 

Fiori di Bach test: istruzioni per l'uso

Gli estratti dei fiori di Bach, tuttavia, vanno assunti secondo le istruzioni di un floriterapeuta. 

Esistono dosaggi precisi da considerare e miscelazioni particolari a cui fare riferimento in base al problema di cui si soffre. Un buon modo per capire sommariamente se i rimedi floreali possono essere d’aiuto, e quale sia la somministrazione più adeguata, può essere sottoporsi al test. Meglio ancora se sotto la guida di un esperto. 

Fiori di Bach elenco: tante tipologie per curare i malesseri dell'anima

I fiori di Bach vengono impiegati soprattutto per alleviare sentimenti di ansia e preoccupazione. Edward Bach aveva stilato una lista per capire come meglio orientarsi nella scelta del fiore giusto. 

Secondo questo elenco, in caso di malessere interiore, il fiore giusto da utilizzare è Agrimony. Chicory invece è il rimedio miracoloso per l’ansia affettiva. Rock Rose viene usato solitamente da chi soffre di panico, mentre per chi ha qualche problema da ansia da solitudine c’è Heather. Prima di una presentazione importante è possibile alleviare l’ansia da prestazione con Mimulus, mentre White Chestnut è la soluzione perfetta per chi è solito restare incastrato nella trappola dell’overthinking. 

Fiori di Bach ansia e non solo 

L’ansia è solo uno dei tanti malesseri che è possibile alleviare con i rimedi floreali. Il mondo vegetale del resto è ricco di segreti da scoprire. Un corso sul tema potrebbe essere utile per apprendere le proprietà miracolose dei fiori.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore