/ Territorio

Territorio | 20 novembre 2020, 17:26

La giunta comunale di Comerio approva gli sconti sulla Tari per le attività economiche danneggiate dalla pandemia

«Abbiamo deliberato dei ristori da applicare sia alla parte fissa che variabile della tariffa» spiega il sindaco Silvio Aimetti. Gli sconti variano dall'8% al 42% in base ai mesi di sospensione obbligatoria dell'attività

La giunta comunale di Comerio approva gli sconti sulla Tari per le attività economiche danneggiate dalla pandemia

La giunta comunale di Comerio ha approvato questa mattina gli sconti alla Tari, la tassa sui rifiuti, per quelle attività economiche penalizzate dall'emergenza sanitaria. 

«Abbiamo deliberato di operare dei ristori della Tari da applicare sia alla parte fissa sia alla parte variabile della tariffa - spiega il sindaco Silvio Aimetti - a favore di quelle utenze non domestiche le cui attività sono state e sono tuttora sospese o fortemente ridotte per effetto dei provvedimenti del Governo e della Regione Lombardia a seguito dell'emergenza Covid».

Gli sconti variano dall'8% al 42% in base al periodo di sospensione obbligatoria dell'attività economica; chi ha dovuto chiudere per 1 mese avrà lo sconto dell'8%, per 2 mesi il 16%, per 3 mesi il 25%, per 4 mesi il 33% e per 5 mesi il 42%. 

M. Fon.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore