/ Cronaca

Cronaca | 20 novembre 2020, 15:35

Imbrattano con frasi oscene e blasfeme chiesa, monumento ai Caduti e auto a Mombello: quattro minorenni denunciati dai carabineri

E' successo la notte dello scorso 7 novembre. I carabinieri di Laveno Mombello hanno individuato in pochi giorni quattro ragazzini tra i 14 e i 15 anni. Ora dovranno rispondere di danneggiamento aggravato

Imbrattano con frasi oscene e blasfeme chiesa, monumento ai Caduti e auto a Mombello: quattro minorenni denunciati dai carabineri

Imbrattano con la vernice spray alcuni veicoli in sosta, alcune abitazioni e persino le pareti della chiesa di San Michele alla Rocca e il monumento ai Caduti a Mombello. La notte brava di quattro giovanissimi finisce con una denuncia dei carabinieri.

I fatti risalgono allo scorso 7 novembre, quando durante la notte e nonostante il coprifuoco per il Covid un gruppetto di quattro minorenni - tutti di età compresa tra i 14 e i 15 anni - hanno compiuto alcuni vandalismi nelle frazione di Laveno: due auto, un furgone e una cabina elettrica sono stati imbrattati con scritte e disegni volgari, così come alcune pareti di abitazioni private. Non solo. Non è stata risparmiata la chiesa di San Michele alla Rocca, sulla cui facciata sono state impresse frasi blasfeme, e il monumenti ai Caduti al parco degli alpini.

Sul posto - dopo aver avuto la segnalazione da parte di alcuni cittadini e del parroco - sono quindi intervenuti i carabinieri della stazione di Laveno Mombello, che hanno fatto partire le indagini ascoltando testimonianze e esaminando le immagini della videosorveglianza. I militari hanno così individuato quattro ragazzini ritenuti responsabili dei vandalismi. Inoltre hanno rinvenuto tre bombolette spray gettate nella boscaglia circostante.

I quattro minorenni sono stati denunciati alla Procura dei minori di Milano con l'accusa di danneggiamento aggravato, mentre è in corso la quantificazione dei danni da parte dei proprietari di veicoli e abitazioni e da parte della Sovraintendenza per la chiesa, che risale al Settecento, e per il monumento ai Caduti.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore