/ Politica

Politica | 27 ottobre 2020, 17:46

Coronavirus, Astuti (Pd): «Chiediamo alla Regione di non sottrarre medici e infermieri dagli ospedali del Varesotto»

Il consigliere regionale varesino: «La diffusione dell’epidemia nella provincia di Varese è altissima, è importante garantire l'assistenza necessaria sul territorio»

Coronavirus, Astuti (Pd): «Chiediamo alla Regione di non sottrarre medici e infermieri dagli ospedali del Varesotto»

Non sottrarre medici e infermieri dalle strutture sanitarie  del Varesotto per destinarli all’ospedale della Fiera di Milano. 

Questa l’accorata richiesta del consigliere regionale del Pd, Samuele Astuti che spiega: «La diffusione dell’epidemia nella provincia di Varese è altissima, i numeri dei contagi sono sconfortanti e crescono ogni giorno. Preoccupa la  tenuta delle  strutture sanitarie che lavorano, come già hanno fatto notare i direttori generali degli ospedali, in condizioni difficili».

«Per questo - continua il consigliere regionale varesino - chiediamo  alla Regione, che sta cercando di reclutare operatori per l’ospedale della Fiera di Milano, di non sottrarre medici, infermieri e specializzandi agli ospedali della nostra provincia che rischierebbero altrimenti di non poter più garantire l’assistenza necessaria sul territorio».


SPECIALE ELEZIONI 2021 - VARESE
Vuoi rimanere informato sulla politica di Varese in vista delle elezioni 2021 e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo VARESE POLITICA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP VARESE POLITICA sempre al numero 0039 340 4631748.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore