/ Attualità

Attualità | 25 ottobre 2020, 17:05

Covid-19, in Italia sfondata quota ventimila contagi: sono 21.273. In Lombardia +5.762, in Campania +2.590, in Piemonte +2.287

Analizzati 161.880 tamponi e altre 128 vittime nelle ultime ore. Terapie intensive a quota 1.208. Sono stati invece 2.086 i guariti

Covid-19, in Italia sfondata quota ventimila contagi: sono 21.273. In Lombardia +5.762, in Campania +2.590, in Piemonte +2.287

Non si arresta la crescita del contagio da Coronavirus su tutto il territorio nazionale. Sono infatti 21.273 i nuovi casi registrati oggi, domenica 25 ottobre, in Italia con 161.880  tamponi. Per la prima volta nel nostro Paese è stata superata la quota dei ventimila casi giornalieri.

Ieri la crescita era stata di 19.644 nuovi positivi a fronte di 177.669 tamponi analizzati, l'altro ieri di 19.143 su 182.032 test, mentre il giorno precedente il totale delle nuove infezioni riscontrare nel nostro Paese era stato di 16.079 con 170.392 analisi.

Aumentano ancora le vittime: oggi i decessi riportati dal bollettino nazionale sono 128. Ieri erano stati 151, l'altro ieri 91, mentre il giorno prima 136. Crescono ancora anche le terapie intensive: sono 1.208  in totale i posti attualmente occupati, ieri erano 1.049. Nelle ultime ventiquattro ore sono stati invece 2.086 i guariti, ieri erano stati 2.309. 

E' anche oggi la Lombardia la regione italiana con l'incremento più alto di nuove infezioni: nelle ultime ventiquattro ore sono state 5.762 a fronte di 35.285 tamponi. Ieri la crescita era stati di 4.959 casi su 32.749 test. Sono 2.590  i nuovi casi registrati invece in Campania, seconda regione più colpita, mentre in Piemonte l'incremento è stato oggi di 2.287 infezioni. 

Ecco la situazioni nelle altre regioni più colpite: Toscana +1.863, Lazio +1.541, Veneto +1.468, Emilia Romagna +1.192, Liguria +657, Marche +521 e Puglia +515.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore