Hockey | 17 ottobre 2020, 23:15

HOCKEY. Un Varese da Re chiude la SerraTura con Riccardo cuor di leone Privitera e vince 6-4 la gara più dura: cento varesini in delirio all'Agorà (foto)

Senza sette uomini si vede l'essenza dei veri Mastini contro l'Unterland: la classe purissima della prima linea, la sofferenza del gruppo, i gol eroici di Michael Mazzacane e Riccardo Privitera, le parate di San Tura e l'apoteosi finale davanti agli oltre cento tifosi gialloneri arrivati all'Agorà. Le foto di Alessandro Galbiati

Capitan Vanetti sulla balaustra sotto i tifosi con la squadra impazzita di gioia: è l'immagine più bella per la prima vittoria dopo mesi di pura sofferenza (foto Alessandro Galbiati)

Capitan Vanetti sulla balaustra sotto i tifosi con la squadra impazzita di gioia: è l'immagine più bella per la prima vittoria dopo mesi di pura sofferenza (foto Alessandro Galbiati)

Un Varese da Re chiude la SerraTura. Senza sette uomini, i Mastini scendono in battaglia con l'uomo in più: il cuore, anzi con Riccardo cuor di leone Privitera. I gialloneri stavolta ci hanno veramente fatto toccare con mano l'essenza dei Mastini nel momento in cui qualunque altra squadra sarebbe caduta: prima di iniziare, quando scendi in pista senza una linea e mezzo; nel secondo periodo, giocato quasi sempre con l'uomo in meno e con gli avversari capaci di rimontare dallo 0-2 al 2-2; e poi nel terzo, assediati senza respiro dall'Unterland e salvati da Tura, anzi SerraTura.

E poi ancora, subito dopo, quando una penalità scandalosa affibbiata a Marcello Borghi nel momento di massima sofferenza ha consegnato agli ospiti il gol del 4-3 che avrebbe piegato definitivamente le gambe di chiunque. Lì, ecco l'essenza del cuore giallonero, anche perché tutto il resto era già stato consumato: il morso di Riccardo cuor di leone Privitera, quello letale, innescato dall'umiltà e dalla caparbietà di Di Vincenzo e Ilic, altri guerrieri, ci ha consegnato un Varese da Re (sua la sesta rete) che è finito di corsa sotto gli oltre cento tifosi varesini impazziti di gioia. Uno spicchio del Palalbani era qui, in festa, anche per tutti quelli che non potevano esserci.

Le cose più belle: il miglior primo periodo di sempre, la miglior capacità di soffrire di sempre - un'autentica resistenza - davanti al fortino Tura, e la prova di una squadra che ha avuto qualcosa in più sotto la maglia, sotto la pelle

Nel secondo periodo era stata sofferenza totale con 12 minuti di penalità su 20: da qui nasceva la rimonta con l'uomo in più degli ospiti, prima del morso più velenoso, quello di Schina sotto porta: un colpo secco, quello del 3-2 dopo quasi 17 minuti di sudore e dolore. E poi, il gol più bello e voluto insieme a quello di Privitera, forse il più sofferto, il più eroico: Michael Mazzacane defilato, magnifico e imprendibile come il vento, schiacciava dentro il disco del 4-2. Nel momento della massima sofferenza, i Mastini hanno reagito aggrappandosi a tutto. Anche all'urlo dello speaker per il 27 giallonero: «Realizza per il Varese il dottor ortopedico, Michael Mazzacane!».

Spalle al muro, falcidiati da 7 assenze (De Biasio, Cordin, Odoni, Alex Berrtin e Andreoni oltre a Piroso e Drolet) e da 2 ko di fila, esiliati ma nel cuore del centinaio di fedelissimi arrivati da Varese all'Agorà, un cuore dove batte anche il cuore dei mille che non possono esserci, i Mastini erano già scesi in pista con attributi e ferocia agonistica, andando sul 2-0

Il primo gol, meritatissimo, era stato di Re con un lob-pallonetto all'angolino su assist delizioso di Michael Mazzacane e Privitera. Il raddoppio, ancora più meritato, arrivava a 9 secondi dalla prima sirena ed era firmato da una magnifica azione della prima linea in power play: Schina a Vanetti, Vanetti a Borghi con Marcello a colpire di precisione sotto la traversa.

Sarebbe comunque valsa la pena arrivare all'Agorà perché, quando s'è interrotto il sistema audio durante l'annuncio delle formazioni, l'inimitabile speaker giallonero, Paolo Capobianco, è andato avanti ad annunciare la formazione del Varese, senza microfono, sporgendosi dalla balaustra verso le gradinate e urlando i nomi dei giocatori di casa con tutta la voce che aveva in corpo. Da applausi come quando, durante il primo tempo, è salito in cabina per aggiustare, con una pila e a mani nude, il sistema audio dell'Agorà. Tirando fuori il Mastino che c'è in noi, che c'è in tutti.

Varese-Unterland 6-4 (2-0, 2-2, 2-2)
Reti: 13'54" Re (M.Mazzacane, Privitera) 1-0, 19'51" M. Borghi in sup. (Schina, Vanetti) 2-0; 21'02" Selva in sup. 2-1, 29'17" Selva in sup. 2-2, 36'41" Schina 3-2, 39'12" Michael Mazzacane (Vanetti, Ilic) 4-2; 49'21" Selva in sup. 4-3, 51'17" Privitera in sup. (Di Vincenzo, Ilic) 5-3; 35'57" Re in sup. (M.Borghi, vanetti) 6-3, 58'36" Giovannini 6-4.
VARESE: Tura (Bertin); Schina, Re, Marcello Borghi, Vanetti, Raimondi; Ilic, Erik Mazzacane, Michael Mazzacane, Di Vincenzo, Privitera; Papalillo, Gherardi, Gasparini, Pietro Borghi. All: Deveze.
Arbitri: Fabio Lottaroli, Willy Vinicio Volcan (Jeremy Bassani, Carlo Antonio Grecchi)
Note - Tiri: Va 32, Un 33. Penalità: Va 16', Un 14'.

Terza giornata
Como-Bressanone 3-4, Appiano-Valdifiemme 2-3 overtime, Varese-Unterland 6-4, Merano-Alleghe rinviata, Pergine-Caldaro (oggi, ore 19).

Classifica
Bressanone 9. Caldaro* 6.  Valdifiemme* 5. Varese, Alleghe*, Merano**, Pergine*, Unterland 3. Appiano 1. Como 0.

**due gare in meno
*una in meno

Quarta giornata
Giovedì 22, ore 20.30
: Unterland-Pergine, Bressanone-Appiano, Valdifiemme-Alleghe, Caldaro-Merano rinviata, Varese-Como si gioca sabato 28 novembre alle ore 19.

Quinta giornata
Sabato 24: Como-Valdifiemme (ore 18), Varese-Pergine (19), Merano-Bressanone (19.30), Appiano-Unterland (19.30), Alleghe-Caldaro (20.30).

Andrea Confalonieri


Vuoi rimanere informato sui Mastini Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo MASTINI VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP MASTINI VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

Leggi tutte le notizie di LE VIGNETTE DI RIVERSO ›

Tiziano Riverso

Tiziano Riverso, cartoonist, che spazia dal fumetto alle vignette satiriche e di costume e alle illustrazioni, collabora con testate nazionale e locali di quotidiani e periodici.

É passato attraverso le esperienze delle maggiori riviste satiriche italiane e collaborato con i più importanti comici di Zelig, dove ha anche disegnato in diretta.

Organizza laboratori e lezioni per le scuole e le università, che spaziano dal Giallo alle fiabe e al fumetto.

Con il collega Claudio Porchia, da oltre 10 anni, realizza mostre e performance al festival di Sanremo e pubblica il famoso, scomodo “Punto”, rubrica di satira politica del quotidiano SanremoNews.it

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore