Frontaliere Sicuro | 13 ottobre 2020, 19:07

Frontalieri, nuovo accordo fiscale: un webinar per conoscere le novità e fare domande

Il senatore Alessandro Alfieri, insieme ad Andrea Puglia, esponente del sindacato OCST, e Andrea Bottoni, commercialista esperto di fiscalità frontaliera, saranno online mercoledì 21 ottobre dalle 20.30

Frontalieri, nuovo accordo fiscale: un webinar per conoscere le novità e fare domande

La questione che più preoccupa i lavoratori frontalieri e la loro economia familiare e ormai giunta al punto di arrivo: Entro fine anno il nuovo accordo fiscale verrà siglato.

Ma cosa ci aspetta davvero? Sarà davvero una “mazzata” sulle finanze dei Frontalieri? Chi sarà coinvolto in questo accordo? Quando inizierà? Approfitta della possibilità unica di partecipare al webinar di Frontaliere Sicuro di mercoledì 21 ottobre 2020 alle ore 20.30, dove il senatore Alessandro Alferi, esponente del PD che ha lavorato in prima linea con il nostro Governo per il raggiungimento dell'accordo, risponderà a tutti i dubbi.

Alla serata parteciperanno anche Andrea Puglia, esponente del sindacato OCST, e Andrea Bottoni, commercialista esperto di fiscalità Frontaliera. Il live si terrà online sulla piattaforma go to meeting. I posti sono limitati. Iscrizioni al link  https://bit.ly/3lFkgoJ

Leggi tutte le notizie di FRONTALIERE SICURO ›

Frontaliere Sicuro

Frontaliere Sicuro è il primo servizio dedicato al mondo del frontaliere che fornisce, ai lavoratori italiani in Svizzera, supporto per ogni esigenza e una corretta informazione in materia di fiscalità e previdenza.

Per farlo si avvale del sostegno di esperti professionisti che forniscono servizi di consulenza e assistenza frontalieri e che tra il 2018 e il 2019 hanno già effettuato un tour nei comuni di frontiera per un totale di circa 70 serate coinvolgendo attivamente circa 2000 frontalieri.

In questa rubrica, i fondatori di Frontaliere Sicuro condivideranno la loro esperienza e forniranno alcuni consigli sulle principali tematiche che interessano i lavoratori italiani occupati in Svizzera.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore