/ Enogastronomia

Enogastronomia | 11 ottobre 2020, 00:01

Bake Off Italia 8: nella sesta puntata ecco il viaggio al Sud di Sara

Ogni settimana, dopo il programma, vi riassumeremo i momenti principali della puntata, con particolare attenzione alla designer varesina in gara. Non avete ancora visto la replica? Non preoccupatevi, gli spoiler sono segnalati!

Bake Off Italia 8: nella sesta puntata ecco il viaggio al Sud di Sara

Sesta puntata di Bake Off Italia, il cooking show dedicato al mondo della pasticceria. Tra i 10 concorrenti rimasti in gara dalla scorsa puntata, la varesina Sara Moalli.

 

Il programma, prodotto da Magnolia per Discovery Italia, viene trasmesso ogni venerdì alle 21.20 su Real Time (canale 31 del digitale terrestre) e in streaming sulla piattaforma DPlay, oltre ad essere disponibile su Sky. Vi siete persi la puntata del venerdì? Potrete seguire le repliche di sabato alle 19.40, di domenica alle 13.40 e di mercoledì alle 16.30.

 

Attraverso i social, potrete inoltre interagire e commentare la puntata, utilizzando l’hashtag #BakeOffItalia e taggando i profili @realtimeitalia su Facebook, @realtimetvit su Instagram e @realtimetvit su Twitter.

Inoltre, potrete seguire Sara attraverso i suoi profili @SaraMoalli su Facebook e @saramoalli_bakeoff8 su Instagram.

 

DA QUI IN AVANTI... ALLERTA SPOILER!

 

********

******

****

**

*

 

Nella puntata dedicata al Sud, «commovente come un abbraccio, suggestiva come un tramonto sul mare, contagiosa come una bella risata», secondo la conduttrice Benedetta Parodi, i concorrenti, per la prima volta in questa edizione del programma di pasticceria più famoso d’Italia, sono tutti riuniti sotto il tendone - e, alla fine della puntata, il migliore in assoluto riceverà il grembiule blu, come tradizione comanda.

 

La prima prova, creativa, è “ambientata” in Campania: i pasticcieri hanno 160 minuti per proporre la propria versione di due preparazioni tipiche napoletane, il casatiello e le zeppole. Coloro che convinceranno di più i giudici riceveranno un bonus di dieci minuti per la seconda prova, quella tecnica.

 

La nostra Sara decide di dare un tocco trentino alle sue creazioni, presentando un casatiello con speck, miele, formaggio di capra e noci e zeppole con dadolata di mele con crema pasticcera e cannella.

 

Al “cake star” Damiano Carrara il casatiello piace molto: «In ogni pezzo che mangi c’è una sorpresa e il formaggio è distribuito in modo uniforme»; l’esperta di cucina Csaba Dalla Zorza ne apprezza l’estetica: «È il casatiello più bello visto fin ora»; Il re del cioccolato Ernst Knam non è altrettanto soddisfatto dell’aspetto delle zeppole: «Ma, se mangiate con vin brule, è la loro morte». 

 

Sara può tornare al suo posto, portando con sé il bonus per la prova successiva.

 

Per la prova tecnica si va in Sicilia a preparare la cassata “versione Damiano”: uno stroessel ricomposto con pistacchio e mandorla amara, due dischi di daquise con inserto di ricotta cremosa, arancia candita e gocce di cioccolato, tutta glassata a specchio e spruzzata alla base con una fascia di cioccolato temperato e colorato di verde. Come decorazione finale, una rosa al cioccolato plastico spruzzata di color bianco avorio e argento in polvere.

 

Dopo una breve dimostrazione di Damiano sulla preparazione della rosa, la sfida può iniziare: 120 minuti - 130, per i pasticcieri che, come Sara, hanno diritto ai 10 in più vista la prestazione precedente - per portare a termine una prova che prevede tante preparazioni e tante difficoltà.

 

Anche in questo caso, i primi cinque classificati riceveranno un bonus da utilizzare nella prova successiva.

 

Tra scambi di opinioni in merito alle varie preparazioni (e agli altri concorrenti), è già trascorsa un’ora, Sara è soddisfatta: «Per una volta, mi è venuta una torta bene come quelle che faccio a casa». 

 

Al momento degli assaggi, Csaba esprime un giudizio positivo, la rosa è fatta molto bene, la torta è abbastanza precisa - il che dimostra una buona abilità -, il sale è dosato in modo corretto; è, invece, meno convinta sul sapore: non sente gli agrumi, manca la Sicilia.

 

Damiano, al contrario, avverte la prevalenza della mandorla amara, ma «la torta è bellina, non è fatta male, è una tra le migliori ma non a livello di sapore».

 

La cassata di Sara le fa aggiudicare il terzo posto in classifica, oltre, per la seconda volta nella puntata, il bonus per la successiva prova.

 

L’ultima tappa del viaggio al Sud di Bake Off Italia è la Puglia. I concorrenti hanno 120 minuti per preparare 30 taralli dolci, 10 pasticciotti e 20 cartellate, come da indicazioni delle signore Maria, Luciana e Nunzia, tre “amiche” dei giudici. Per i vincitori del bonus, le quantità si dimezzano.

 

Un ulteriore aiuto arriva proprio dalle signore pugliesi, le quali hanno registrato un video messaggio ciascuna con la rispettiva ricetta… per capirle, è sufficiente conoscere il dialetto pugliese (forse, più che un aiuto è un ostacolo). 

 

Sara ha qualche dubbio, non ha mai fatto questi dolci: il pasticciotto verrà proposto in una versione americana, ovvero riempito di cheese cake; per le cartellate, decide di ascoltare il video messaggio della signora Luciana, ma, a causa delle “difficoltà” linguistiche, alla fine è più confusa di prima. 

 

Dopo un rapido confronto con altri concorrenti, finalmente si scopre l’ingrediente fondamentale: lo spirito (ovvero il liquore)!

 

Anche questa prova è finita, Sara porta taralli, o meglio “intorchiate”, preparati seguendo i consigli di sua suocera. Damiano non ne è convinto: «dentro sembra pane crudo»; cartellate con miele al rosmarino con scorza d’arancia, molto apprezzati da Knam - «tutti uguali, tutti dorati, bellini» -, che si porta via anche il piatto; come promesso, pasticciotti farciti con una New York Cheescake e confettura fragole: «Bella è bella, è molto buona ma non ricorda il pasticciotto, manca la crema», si esprime Csaba.

 

La nostra pasticciera “torna” dal suo viaggio al Sud con il sorriso: il suo percorso a Bake Off Italia continua.

 

Vi aspettiamo alla puntata di venerdì prossimo!

Giulia Nicora

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore