/ Territorio

Territorio | 27 settembre 2020, 14:47

Dopo la tempesta a Luvinate una domenica di lavoro: la protezione civile continua la rimozione di fango e detriti

Questa mattina l'unità di crisi locale, con il coordinamento del sindaco Alessandro Boriani, ha avviato la pianificazione degli interventi: volontari all'opera per ripristinare la viabilità e l'accesso alla piazza. La solidarietà del sindaco di Casciago Reto: «Forza Luvinate, siamo al vostro fianco»

(foto dalla pagina Facebook del Comune di Luvinate)

(foto dalla pagina Facebook del Comune di Luvinate)

Proseguono a Luvinate i lavori di ripristino delle strade invase dal fango durante il violento nubifragio che ha colpito il paese nella serata di venerdì scorso. Questa mattina l'unità di crisi locale, con il coordinamento del sindaco Alessandro Boriani e gli uomini della protezione civile, ha avviato la pianificazione degli interventi delle squadre di protezione civile per la pulizia e lo sgombero del fango dagli edifici interessati dalla piena.

Riprenderanno domani invece i lavori di pronto intervento nell'alveo del torrente Tinella lungo via San Vito, mentre oggi c'è stata una prima ricognizione operativa sul sentiero 10, in località Zambella.

Anche nel pomeriggio di oggi uomini e mezzi sono al lavoro con l'obiettivo di ripristinare la viabilità e ripulire la piazza del Comune, invasa da fango e detriti.

Il Comune di Luvinate ha reso noto inoltre che «l''unita' di crisi locale da ieri ha avviato tutti gli approfondimenti con Arpa Varese per lo smaltimento del materiale secondo le norme di legge, temporaneamente dislocato in una piazzola individuata grazie alla disponibilità dell'amministrazione di Casciago».

C'è stato anche un sopralluogo del sindaco Boriani e del sindaco di Casciago Mirko Reto nell'area di deposito temporaneo individuata su un territorio comunale di Casciago per la rimozione della terra: «Ringrazio il sindaco di Casciago e la sua comunità per la disponibilità e ci scusiamo per il disagio che stiamo arrecando ai cittadini di questa zona. Siamo già in contatto da ieri con gli uffici di Arpa Varese e Utr Varese per le procedure di rimozione che metteremo in campo nei prossimi giorni» ha assicurato Boriani.

Dal collega di Casciago non è mancata massima solidarietà: «Dopo le giornate di maltempo, che hanno provato duramente il paese di Luvinate, i danni sono incalcolabili e la quantità di detriti sorprendentemente elevata - ha dichiarato Reto  Il Comune di Casciago ha messo a disposizione e supporto del territorio Luvinatese, un’area in Via Vasche, dove stoccare temporaneamente i detriti. Casciago fortunatamente, a parte qualche albero abbattuto dal vento e strade invase da foglie e rami,  non ha subito apparentemente danni gravi. Forza Luvinate!! Siamo al vostro fianco».

Intanto il sindaco Boriani ha provveduto ad aggiornare l'ordine del giorno del consiglio comunale, già convocato settimana scorsa per domani sera (a porte chiuse causa Covid), durante il quale si farà il punto sui danni e sulle conseguenti attività operative in fase di definizione in queste ore.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore