/ Territorio

Territorio | 26 settembre 2020, 15:56

Maltempo a Luvinate. L'emergenza continua: trovata un'altra casa invasa dal fango, ma lunedì riaprono le scuole

Decine sono i volontari provenienti da tutta la provincia impegnati in paese per rimuovere detriti, supportare le famiglie colpite e mettere in sicurezza il territorio: i luvinatesi rifocillano con panini, pizze e bibite gli "angeli gialli" e gli alpini

Maltempo a Luvinate. L'emergenza continua: trovata un'altra casa invasa dal fango, ma lunedì riaprono le scuole

Continua la fase di emergenza e di messa in sicurezza degli edifici e del territorio a Luvinate, dopo il violentissimo nubifragio che si è abbattuto sul piccolo paese alle porte di Varese, dove la furia del torrente Tinella ha ucciso un runner e costretto all'evacuazione 26 persone, per fortuna rientrate ieri sera nelle loro abitazioni.

Poco fa, è stata individuata un'altra casa invasa da acqua e fango: i volontari la stanno svuotando con le pompe con l'acqua in uscita verso la statale 394, per cui il Comune raccomanda la massima attenzione. 

Il sindaco Alessandro Boriani che sta coordinando i vari interventi sul campo, ha disposto, con un'ordinanza la riapertura della scuola dell'infanzia e della primaria; la piazza però non sarà accessibile alle auto e quindi occorre utilizzare i parcheggi di via Mazzorin, o quelli del Telaio o del Parco del Sorriso. 

I lavori più urgenti di pulizia nelle abitazioni sono terminati, proseguono invece quelli di rimozione di fango e legna bruciata, retaggio ancora dell'incendio al Parco Campo dei Fiori, su via San Vito e via Postale Vecchia e via Bosisio sempre a cura dei volontari. Anas è invece intervenuta per la pulizia della Statale 394

Un lavoro senza sosta per i volontari alpini e per i gruppi di protezione civile di Cavaria, Fagnano, Marchirolo, Gavirate, Gorla, oltre ovviamente a quelli del gruppo Valtinella. 

I luvinatesi si stanno mobilitando come possono per stare vicini ai volontari, rifocillandoli con panini, pizze e bibite: su coordinamento del Comune, un team di donne luvinatesi ha preparato quasi cento panini per il pranzo di oggi, l'azienda Maghetti di Casciago ha donato decine di bottigliette d'acqua minerale. 

Al termine del pomeriggio, in base alle esigenze ancora presenti, verrà riprogrammata l'attività di domenica, sempre con il supporto dei volontari. 

 

M. Fon.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore