Varese | 19 settembre 2020, 11:47

Niente mensa alla Pascoli, l'assessore Dimaggio: «Non dipende dal Comune»

La mancanza di insegnanti dipende dal Ministero, mentre la scelta di non attivare il tempo pieno è della scuola. «Noi possiamo solo intervenire sui servizi parascolastici e li abbiamo già rimodulati. Per la mensa ci vuole più tempo»

Niente mensa alla Pascoli, l'assessore Dimaggio: «Non dipende dal Comune»

Il problema segnalato questa mattina dal consigliere Domenico Esposito e che riguarda la sospensione del servizio mensa alla scuola Pascoli per alcuni bambini (leggi QUI) c'è davvero, ma non dipende dal comune e dell'assessorato ai Servizi educativi. 

A chiarire la questione è l'assessore Rosella Dimaggio: «La mensa è garantita per i bambini iscritti al doposcuola, ma non per quelli che arrivano dal tempo pieno, perché è un servizio curricolare - spiega - Nel senso che di solito, chi fa il tempo pieno finisce scuola alle 16 (ora alle 15), se poi è iscritto ache al doposcuola, raggiunge i compagni che invece fanno orario normale e iniziano il doposcuola subito dopo la mensa e rimangono a fare i compiti fino alle 17. Si era deciso di far partire il tempo pieno dopo le elezioni, ma la Pascoli ha voluto posticipare ulteriormente, facendo venir meno la possibilità di fermarsi a mensa».

Il comune si è impegnato ad accogliere i bimbi del tempo pieno già dalle 14:45, rimodulando il servizio di doposcuola, aumentandolo di 100 ore settimanali  e aumentando anche i giorni da tre a cinque. «Purtroppo per rimodulare il servizio mensa ci vuole più tempo e noi la comunicazione l'abbiamo ricevuta venerdì - aggiunge l'assessore - Si tratta di dieci bambini e le graduatorie per gli insegnanti potrebbero uscire nei primi giorni di settimana prossima, risolvendo il problema una volta per tutte».

 

Valentina Fumagalli

Leggi tutte le notizie di LE VIGNETTE DI RIVERSO ›

Tiziano Riverso

Tiziano Riverso, cartoonist, che spazia dal fumetto alle vignette satiriche e di costume e alle illustrazioni, collabora con testate nazionale e locali di quotidiani e periodici.

É passato attraverso le esperienze delle maggiori riviste satiriche italiane e collaborato con i più importanti comici di Zelig, dove ha anche disegnato in diretta.

Organizza laboratori e lezioni per le scuole e le università, che spaziano dal Giallo alle fiabe e al fumetto.

Con il collega Claudio Porchia, da oltre 10 anni, realizza mostre e performance al festival di Sanremo e pubblica il famoso, scomodo “Punto”, rubrica di satira politica del quotidiano SanremoNews.it

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore