/ Politica

Politica | 17 settembre 2020, 18:02

Alitalia lascia Malpensa: botta e risposta tra Astuti (Pd) e Monti (Lega)

Il consigliere regionale del Partito Democratico parla «di un brutto segnale per lo scalo varesino, necessario un piano regionale per il trasporto aereo». «Dal Pd nessuna soluzione per Malpensa, solo tentativi di sabotaggio istruiti da Roma» la replica dell'esponente leghista

Alitalia lascia Malpensa: botta e risposta tra Astuti (Pd) e Monti (Lega)

Botta e risposta a suon di polemiche tra Samuele Astuti, consigliere regionale varesino del Pd e Emanuele Monti, consigliere regionale varesino della Lega sul futuro di Malpensa, dopo che Alitalia ha annunciato la decisione di abbandonare lo scalo varesino.  

«Si tratta di un brutto segnale, che arriva in un momento di già gravissima difficoltà per la Lombardia - attacca in una nota Astuti - Il nostro impegno sarà diretto a impedire che  siano fatte scelte analoghe per Linate, anche in vista delle audizioni che si terranno a Roma da ottobre per la stesura del Piano nazionale degli aeroporti. Intanto – conclude Astuti - la Lombardia continua a essere priva di un piano regionale strategico per il trasporto aereo. Non è più accettabile. Ora più che mai serve elaborare una proposta lombarda, che delinei scelte chiare per queste infrastrutture».

Non si fa attendere la replica di Monti.

«Un comportamento inaccettabile a danno di Malpensa - dichiara in un una nota Monti - il Pd, a partire dai suoi rappresentanti varesini, dovrebbe alzare la voce nei confronti delle decisioni prese a Roma altamente penalizzanti per l’aeroporto di Malpensa e per tutto il nostro territorio invece assistiamo al loro silenzio. Astuti è in evidente malafede, in quanto fa finta di dimenticare che al governo siedono i suoi colleghi di partito, a partire dal Ministro dei Trasporti Paola De Micheli. Per mascherare l'assenza totale ai danni del nord e di Malpensa, i dem lombardi chiedono aiuto alla Regione  – continua Monti –  ma a Roma la strategia è chiara da tempo ed è quella di provare a chiudere Malpensa con le inevitabili ricadute sulle aziende e i lavoratori del territorio. Questo ennesimo boicottaggio nei confronti di Malpensa avrebbe bisogno di una risposta decisa e compatta da parte di tutti gli esponenti politici lombardi, a prescindere dai colori di partito. Assistiamo invece, da parte del Pd, a una imbarazzante difesa di chi in maniera scellerata sta mettendo in seria difficoltà il sistema aeroportuale lombardo, il suo indotto e i livelli occupazionali».

A controreplicare a sua volta è ancora Astuti.

«Il Governo su Malpensa farà la sua parte ma la Regione deve iniziare a fare quello che finora  non ha fatto quasi per nulla, occuparsi degli aeroporti lombardi - afferma Astuti in una nota - Monti non ha affatto capito le mie parole. Ho detto chiaramente che quello di Alitalia è un bruttissimo segnale per Malpensa. Il Governo farà  senza dubbio la sua parte con il Piano nazionale degli aeroporti ma la Regione deve, esercitando quell’autonomia che sempre invoca, fare la sua e occuparsi degli aeroporti lombardi stilando  un piano regionale strategico degli scali».

 

Redazione


SPECIALE ELEZIONI 2021 - VARESE
Vuoi rimanere informato sulla politica di Varese in vista delle elezioni 2021 e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo VARESE POLITICA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP VARESE POLITICA sempre al numero 0039 340 4631748.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore