/ Varese

Varese | 15 settembre 2020, 21:34

FOTO. Chiusa la 42esima edizione del Palio di Masnago dedicato alla Bellezza

Numerosa e sentita la partecipazione agli eventi proposti nel rispetto delle ordinanze sulla sicurezza

FOTO. Chiusa la 42esima edizione del Palio di Masnago dedicato alla Bellezza

Sono sguardi soddisfatti quelli che si incrociano domenica sera alla tavolata di chiusura del Palio di Masnago.Numerosa e sentita la partecipazione della comunità agli eventi che il comitato, guidato dal coordinatore Alessandro Montalbetti e sostenuto dal parroco Don Giampietro Corbetta, ha avuto la forza e il coraggio di cominciare a pianificare in piena pandemia.

Pochi gli appuntamenti mancati rispetto al programma tradizionale del Palio e comunque sempre sostituiti da proposte alternative sul tema della ricerca della Bellezza in qualsiasi circostanza della vita. Notevole il successo della mostra Hospitia, inaugurata dalla curatrice Francesca Urizzi, dall’editorialista di “Avvenire” Giorgio Paolucci e dal fotografo varesino Carlo Meazza. Più di 300 persone hanno visitato il percorso fotografico di Hospitia attraverso le Alpi, alla scoperta di quelle case che per secoli hanno accolto e aiutato gratuitamente i viaggiatori.

Apprezzato anche l’intervento di Don Fabio Stevenazzi, vicario della Comunità Pastorale San Cristoforo di Gallarate e anche medico che al tempo della pandemia, in accordo con l’Arcivescovo e il vicario di zona, è tornato ad indossare il camice di medico e si è messo al servizio della terapia intensiva dell’ospedale di Busto Arsizio. Il tono di Don Fabio è pacato e mite quando racconta la sua storia di coraggio ed abnegazione e sarebbe pronto a chiudere presto il suo intervento “per non annoiare”, ma numerose sono le domande che lo trattengono e lo inducono a condividere esperienze toccanti e riflessioni profonde.

Ben riuscito e coinvolgente lo spettacolo di canti “Quando la musica diventa poesia” a cura di Agostino Landi e con la partecipazione del maestro Francesco Miotti che ha intrattenuto la comunità il sabato sera. E anche quest’anno commossa e sentita è stata la cerimonia di assegnazione del Palietto d’oro che ha voluto premiare il maestro della corale Santa Cecilia Marco Muzzoni, il suo presidente Miride Somaschini e la corale tutta che con costanza, dedizione e spirito di servizio, da anni accompagnano le celebrazioni liturgiche della parrocchia di Masnago.

Interessanti e in tema gli spunti di riflessione sulla Bellezza proposti dal parroco Don Giampietro Corbetta durante la messa. Intenso il programma della domenica, ultimo giorno del Palio, con le bancarelle artistiche, la messa solenne con i figuranti del corteo storico, la gara della torta e la “Bellezza in cucina” e le dolcezze per il palato offerte da l’Idea Dolce-Pasticceria di Masnago.

Diversi i momenti di convivialità a tavola con le specialità del Palio, quest’anno anche da asporto. Ormai collaudata la numerosa squadra della cucina guidata da Alessandro Bianchi e Marina Daverio che in due giorni ha servito più di 500 coperti. Un Palio interessante e ben organizzato, quello della particolarissima 42esima edizione, che ha ricevuto su Facebook i complimenti del sindaco Davide Galimberti, graditissimo ospite della mostra Hospitia e della tavolata di via Bolchini.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore