/ Scuola e ricerca

Scuola e ricerca | 15 settembre 2020, 10:57

All’Università dell’Insubria di Varese si diventa giuristi green

Il corso di laurea di Giurisprudenza propone un nuovo focus per diventare avvocati dell’ambiente e della sostenibilità

Il professor Maurizio Cafagno

Il professor Maurizio Cafagno

«Ambiente, territorio, sostenibilità» è il nuovissimo focus proposto dal corso di laurea in Giurisprudenza dell’Università dell’Insubria, nella sede di Varese. L’obiettivo è di preparare giuristi green, capaci di muoversi tra leggi e regolamenti in continua evoluzione, supportando con competenza chi lavora per la salvaguardia delle materie prime e della natura, e dunque per il futuro del nostro Pianeta.

Sono sei gli insegnamenti di grande attualità proposti agli studenti del terzo, quarto e quinto anno del percorso internazionale: Diritto dell’ambiente e del paesaggio, Diritto pubblico dell’economia sostenibile, La responsabilità delle imprese in campo ambientale, Diritto penale dell’ambiente, Diritto internazionale ed europeo dell’ambiente, Diritto del territorio e dell’urbanistica.

Tra le materie di studio ci sono, per esempio, gli accordi internazionali sull’inquinamento, l’energia rinnovabile, le bonifiche e i danni ambientali, la responsabilità delle imprese che inquinano il sottosuolo, la riforma del diritto penale dell’ambiente.

Il curriculum sulla sostenibilità costituisce un momento di possibile intersezione tra didattica e lavoro del Centro studi sulle Politiche ambientali e territoriali dell’Insubria diretto da Maurizio Cafagno, professore di diritto amministrativo e delle annesse materie curriculari, insieme ai professori Emanuele Boscolo e Carmela Leone.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore