/ Sport

Sport | 08 settembre 2020, 16:23

Patrini di Malnate, buona la prima: Cagliari battuto 8 a 0

La squadra varesotta di baseball ciechi e ipovedenti ha vinto in trasferta la prima gara del campionato italiano nazionale: subito in campo e decisivo l'esordiente Massimiliano Neto.

Patrini di Malnate, buona la prima: Cagliari battuto 8 a 0

Un grande risultato per la squadra dei Patrini di Malnate che ha battuto sonoramente per 8 a 0 i Tigers Cagliari BXC nella prima giornata del campionato italiano di Baseball per Ciechi e Ipovedenti, ripartito in piena sicurezza nel rispetto dei protocolli federali anti-Covid 

Sul diamante Li Punti di Sassari, si è disputata la prima partita di campionato che pur in forma ridotta, non sminuisce l’altissimo valore atletico delle 6 squadre tra le più forti in Italia. In contemporanea un’altra partita si disputava a Bologna dove la Fortitudo Bologna White Sox superate le prime tre riprese vinceva agevolmente sugli Umbria Redskins.

Oltremare, i Patrini di Malnate con in squadra atleti provenienti da tutto il varesotto hanno esordito con un sonoro 8 a 0 che ha lasciato sportivamente le Tigri sarde con un sorriso a denti stretti, ma senza far mai mancare la loro innata ospitalità agli atleti ospiti.

Coach Volo non ha esitato a mettere subito in campo l’esordiente Massimiliano Neto di Saronno, che batte subito la sua prima “valida” ma non si salva in seconda-base per pochi decimi disecondo; sarà questa eliminazione lo sblocco emotivo che farà compiere a Neto una partita fantastica, conquistando il suo primo punto a casa-base e spingendo con battute valide i compagni sulle basi.

Nel secondo inning, Lorenzo Bossetti “il campione”, scompiglia l’empasse iniziale e conquista il primo punto dimostrando sicurezza e felicità per lo stato di grazia messa in campo. Unica giocatrice donna Hanane ElKadrani sbaraglia le Tigri con battute molto potenti ben oltre le loro aspettative e fa macinare punti alla squadra. “Ninja” Michelangelo Agnello dimostra una potenzialità che stupisce per i fuori campo battuti due giorni prima in allenamento ma paga ancora l’emotività della responsabilità in partita. Manca proprio poco alla sua affermazione definitiva. Armando Virgili, “Armanduc” o se preferite “Carrarmando”, è stata la seconda stella in difesa; puntuale a intercettare palline.

Il fuoriclasse Gaetano Casale non delude mai in attacco e strabilia come da sempre indifesa intercettando la maggior parte delle palline, con calma determinata e stile nel tuffo e nel lancio ma coinvolgendo tutti i compagni sulla zona calda della difesa. Il migliore in attacco Giuseppe Rosafio che ha accelerato la sua crescita in campo per l’umanità, il  rispetto e la goliardia che la squadra non fa mai mancare.

Voti pieni anche per i giocatori vedenti inseconda-base Melissa Gottardi e  Francesco Volo come pure per gli assistenti in terza base Valter Bossetti, la regia di Volo sul Monte di lancio, Fabio Gottardi battute e arrivo a casa-base, Mariangela Arcuri, Roberta Fierro nel “dugout” dalla panchina pronte a coordinare i giocatori ma soprattutto pronte a passare borracce e sgolarsi per il tanto tifo.

Fra i grandi assenti per la lontananza della trasferta, il capitano Antonio Burgio, anche perché prossimo alle nozze.  

 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore