/ Attualità

Attualità | 28 agosto 2020, 17:35

Coronavirus, Gallera: «Anche oggi il 65% dei nuovi casi sono legati a rientri dalle vacanze»

L'assessore regionale commenta i numeri di oggi, venerdì 28 agosto, in Lombardia, dove si sono registrati 316 contagi. Prosegue intanto l'attività di screening e la prevenzione: «Arginato un focolaio in una Rsa del Milanese»

Coronavirus, Gallera: «Anche oggi il 65% dei nuovi casi sono legati a rientri dalle vacanze»

In Lombardia continua l'aumento dei casi di Coronavirus individuati dalle autorità sanitarie regionali. Oggi nella nostra regione i casi riscontrati sono stati 316, frutto di 19.721 tamponi processati: il rapporto tra positivi riscontrati rispetto ai tamponi effettuati è dell’1,6% (leggi QUI tutti i dati di oggi in Lombardia).

Come di consueto, l'assessore regionale al Welfare Giulio Gallera ha commentato i numeri odierni dell'infezione: «Oggi in Lombardia – spiega l’assessore regionale al Welfare – abbiamo sfiorato i 20.000 mila tamponi effettuati (19.721). Una cifra record, che porta il totale complessivo a quota 1.555.403 analisi molecolari. Questo dato evidenzia l’immenso lavoro di screening e di sorveglianza che Regione Lombardia sta svolgendo attraverso la rete territoriale».

«Oltre all’azione fondamentale dei nostri operatori sanitari negli aeroporti, la risposta del sistema Lombardo garantisce interventi tempestivi anche per le autosegnalazioni alle ATS da parte dei cittadini che rientrano dall’estero. Anche oggi, il 65% delle 316 positività riscontrate riguarda proprio chi torna dalle vacanze» ha reso noto Gallera.

«A questo – prosegue l’assessore – si aggiunge l’intensa attività di screening anche sui casi indicati dalla medicina territoriale, e sui loro contatti diretti, che consente di intercettare, approfondire e arginare eventuali focolai. Un’attività costante di monitoraggio e di prevenzione che coinvolge anche il delicato mondo delle RSA, dove risiedono i nostri concittadini più fragili. Ne è un esempio il focolaio scoperto e arginato in questi giorni proprio in una struttura residenziale milanese. A seguito di una positività riscontrata, sono stati disposti ed effettuati i tamponi a tutti gli altri ospiti e operatori. I casi accertati di Covid sono stati trasferiti o isolati in attesa di trasferimento. Questo intervento particolarmente efficace ha consentito una tempestiva presa in carico delle persone e di arginare una pericolosa diffusione del virus».

 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore