/ Gallarate

Gallarate | 11 agosto 2020, 11:52

Morte di Massimo Bossi, il ricordo del sindaco Cassani: «Persona schietta e appassionata, ci stringiamo alla famiglia»

La tragica notizia della morte dell'imprenditore e politico gallaratese in vacanza ha colpito duramente la città. Il primo cittadino: «Siamo increduli e scossi»

Morte di Massimo Bossi, il ricordo del sindaco Cassani: «Persona schietta e appassionata, ci stringiamo alla famiglia»

L'improvvisa morte di Massimo Bossi, imprenditore gallaratese e volto noto di Forza Italia in provincia di Varese, avvenuta nella giornata di ieri in località Torre Ovo, in provincia di Taranto, durante un'escursione in barca (leggi QUI la cronaca) ha colpito profondamente la città di Gallarate.

Anche il sindaco della città dei Due Galli, Andrea Cassani, ha voluto ricordare Bossi, che in passato aveva ricoperto il ruolo di vicesindaco e assessore, oltre ad essere stato candidato sindaco alle elezioni amministrative.

«Questa notte la notizia tragica della scomparsa di Massimo Bossi ha raggiunto tantissimi di noi - ha detto Cassani - Io ancora sono incredulo per quanto accaduto! Al di là dell’appartenenza politica la scomparsa di Massimo Bossi scuote indistintamente tutta la città Gallarate».

«Il Massimo che ho avuto modo di conoscere in questi 5 anni era una persona schietta, appassionata del suo lavoro e della sua impresa - ha continuato il sindaco - che negli ultimi anni era cresciuta esponenzialmente. Parlava spesso dei suoi figli e del suo impegno sociale».

Il pensiero di Cassani va ora alla famiglia di Bossi: «In questo triste momento non posso che unirmi al cordoglio di tutti coloro che lo conoscevano e soprattutto esprimere a nome della Città la vicinanza alla moglie Liliana e ai figli Giacomo e Francesca».

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore