/ Politica

Politica | 29 luglio 2020, 16:33

Casali: «Riuscirò a fare molto come sindaco perché darò massima fiducia alla mia squadra, Luino non può arenarsi»

Il candidato di Lega, Lombardia Ideale e Civici e attuale vicesindaco, spiega i motivi della rottura del centrodestra: «Una scelta di coerenza e coraggio che ha fatto registrare un incredibile aumento di adesioni al nuovo progetto».

Casali: «Riuscirò a fare molto come sindaco perché darò massima fiducia alla mia squadra, Luino non può arenarsi»

 

Alessandro Casali, esponente della Lega, attuale vicesindaco e candidato sindaco oltre che per il partito di Salvini, anche di Lombardia Ideale e Civici, spiega la rottura avvenuta nel centrodestra luinese e delinea il futuro amministrativo della città affacciata sul lago Maggiore.

Di seguito, il comunicato integrale di Casali:

«Mi sta a cuore chiarire subito il perchè di questa scelta. Non ci è piaciuto il messaggio che stava arrivando ai luinesi, un messaggio che non vedeva d'accordo né me né la Lega. Le proposte degli alleati disattendevano gli accordi raggiunti in precedenza. Un semplice malinteso, o una semplice incomprensione? Mi è parso ci fosse qualcosa di più. Contrariamente a quanto concertato nel recente passato, la proposta degli alleati di presentare un candidato civico, portava con sé una serie di richieste e trattative che non erano affatto coerenti e in linea con i principi di alleanza presi, per cui non ho potuto, per coerenza morale, avallarla. Quindi, dopo aver perso mesi in inutili trattative, si è pensato all’opportunita’ di aprire a candidati  di area civica con l’intento di creare  una nuova compagine che potesse supportare  la politica locale a svolgere con più attenzione il proprio lavoro nei riguardi di tutta la comunità luinese, per ricercare un più attento progetto condiviso. Volendo mantenere fede a quello che è il nostro programma per Luino, siamo assolutamente convinti che questa nuova opportunità sia quella più attenta, innovativa e moderna per rilanciare tutto il territorio, sia il centro che le frazioni. Nella nuova coalizione ci sarà la Lega affiancata da candidati aderenti al progetto di Lombardia Ideale guidati da Giorgio De Vincenti e candidati di area civica che avranno nella figura di Andrea Napoli il loro referente. Da parte mia l’impegno in questo progetto sarà totale.   

L'esperienza appresa in questi anni di amministrazione mi ha dato tanto, ma il mio obiettivo è quello di fare molto di più.  Lo dico con la dovuta umiltà:  riuscirò a fare molto come Sindaco solo dando massima fiducia alla squadra che lavorerà con me per Luino. In questi anni in cui ho avuto l'onore di coprire la carica di vicesindaco, una delle lezioni che ho appreso e di cui farò tesoro è proprio questa: i personalismi e le chiusure non portano la città da nessuna parte. Luino non può arenarsi. Assumerò questo impegno in prima persona  lavorando con coscienza ed entusiasmo per far sì che i cittadini di Luino, tutti, se sarò eletto, possano essere fieri di avermi come loro Sindaco. Vorrei dire che la rottura con gli alleati è la prima dimostrazione che intendiamo essere coerenti e che crediamo di poter finalmente riportare a Luino il valore aggiunto che merita e le appartiene. Dobbiamo cambiare passo e iniziare una nuova fase. Senza fare inutili promesse dico a chi deciderà di appoggiare me e la mia coalizione, che sceglierà per Luino l'esperienza che serve per amministrare un Comune, voterà la possibilità di avere una coalizione forte, coesa e una referente esperta nell'interfacciarsi con Enti ed Istituzioni. Votare per la nostra coalizione vuol dire inoltre, dare voce a una significativa parte della città, un'area civica che si identifica con la volontà di agire in maniera concreta per Luino». 

Alessandro Casali 

 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore