Elezioni comune di Varese

 / Territorio

Territorio | 24 luglio 2020, 10:28

Movida a Sesto Calende, accordo tra Comune e Commercianti su orari e regole per i bar

L'amministrazione comunale ha modificato la precedente ordinanza giudicata troppo restrittiva dagli esercenti: i locali chiuderanno alle 2, non ci saranno più orari per la somministrazione, sarà vietato l'asporto dalle 22 e garantito il consumo nelle immediate vicinanze dei bar.

Movida a Sesto Calende, accordo tra Comune e Commercianti su orari e regole per i bar

 

Accordo raggiunto a Sesto Calende sugli orari della movida che anima le serate e le notti estive della città: il Comune ha modificato la sua precedente ordinanza, giudicata troppo restrittiva dai commercianti. 

La prima ordinanza comunale imponeva infatti ai titolari dei pubblici esercizi (bar e ristoranti) di cessare la somministrazione al pubblico all'1 del mattino per giungere alla chiusura dei locali all'una e mezza, questo per evitare episodi spiacevoli come schiamazzi e atti vandalici.

I commercianti sestesi avevano chiesto una modifica perché non ritenevano che le soluzioni introdotte con l'ordinanza potessero essere soluzioni alle problematiche di ordine pubblico lamentate.

«La nuova ordinanza 37/2020 recepisce quanto da noi richiesto - sottolineano i commercianti - i bar chiuderanno alle due, non ci saranno più indicazioni di orari per la somministrazione, sarà vietato l’asporto dalle ventidue e garantito il consumo nelle immediate vicinanze dei bar. Questa è la strada giusta, l’ascolto e la condivisione hanno portato a cercare di trovare una soluzione ad un problema senza creare un danno agli esercenti».

«Siamo soddisfatti e ringraziamo l’amministrazione comunale per averci ascoltato e condiviso una soluzione, ancora una volta si è dimostrata attenta ad un problema e dalla parte del commercio e del turismo»; queste sono le parole di Patrick Panza presidente del Gruppo Artigiani Commercianti e Terziario Avanzato di Sesto Calende.  

Nell’ ordinanza sono state introdotte altre misure, quali il divieto di stazionamento sotto i portici e su Viale Italia dalle 20.00 alle ore 8.00, il divieto al consumo di bevande alcoliche in luoghi di particolare sensibilità e fuori dagli spazi di plateatico o comunque non in prossimità degli stessi.

Si ritiene soddisfatto anche Marco Limbiati, segretario del locale Gruppo Commercianti e fiduciario di Confcommercio Gallarate – Malpensa, il quale afferma che «con la nuova ordinanza si è centrato il vero problema, i bar ed i ristoranti della nostra città dopo il lockdown avranno così modo di massimizzare i risultati del loro duro lavoro. Il gioco di squadra alla fine è riuscito». 

 

M. Fon.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore