/ Territorio

Territorio | 23 luglio 2020, 07:04

I consigli di Avvocati al Tuo Fianco ai consumatori: «Fare attenzione ai cambi di contratto di luce e gas»

Il referente provinciale dell'associazione dei consumatori Claudio Ferretti fornisce qualche consiglio pratico ai cittadini e alle piccole imprese: «Farsi mandare sempre un offerta scritta, con ben specificato quanto costa l'energia, la gestione del contatore e gli oneri di sistema».

I consigli di Avvocati al Tuo Fianco ai consumatori: «Fare attenzione ai cambi di contratto di luce e gas»

«Fare attenzione ai cambi di contratto di luce e gas»: questa la raccomandazione e il consiglio dell'associazione dei consumatori Avvocati al Tuo Fianco di Varese.

«Dopo il taglio delle tariffe luce e gas deciso dall’ autorità dell’energia (Arera), i clienti che hanno in essere la tariffa del mercato tutelato e ricevono varie chiamate da operatori telefonici per il cambio del piano tariffario, spesso non sanno cosa fare - afferma il referente provinciale dell'associazione Claudio Ferretti - i vari consumatori che hanno un contratto tutelato e non hanno ancora scelto di passare al libero mercato posso avere una tariffa diversa a secondo del prezzo all’ingrosso della materia prima fissata da Arera che cambia ogni trimestre a seconda delle varie contrattazioni di mercato. Questo tipo di contratto è consigliato a chi entra in una nuova abitazione e deve valutare i consumi o chi ci abita solo in stagionalità come ad esempio in estate o autunno».

«Il contratto a prezzo variabile è scelto dalla minoranza dei clienti che sono passati al libero mercato - prosegue Ferretti - Il prezzo è indicizzato trimestralmente e se come in questo periodo, il prezzo delle materie prime è vistosamente calato la bolletta si alleggerisce; è difficile valutarne la convenienza se c'è volatilità del mercato con le previste variazioni stagionali di prezzo. Il consiglio è quello di aderirvi solo se ci sono sconti interessanti intorno al 10%, occorre però sempre tenere monitorata la situazione; questo contratto è adatto per piccole aziende, artigiani  e piccoli imprenditori.  Il contratto a mercato libero è quello più gettonato dai consumatori il quanto viene stabilito il prezzo e rimane invariato nei dodici  ventiquattro mesi. Anche in questo caso, si consiglia periodicamente di controllare il prezzo ed eventualmente ri-contrattarlo con il gestore».

Cosa rispondere alle tante telefonate che i cittadini ricevono periodicamente dai vari operatori che offrono cambi di contratto?

«Ai consumatori che ricevono numerose telefonate di richieste di cambio gestore o piano tariffario - risponde il referente dell'associazione - si raccomanda di non avere fretta, in quanto c’è tempo sino al 1° gennaio 2022. Farsi mandare sempre un offerta scritta, con ben specificato quanto costa l'energia, la gestione del contatore e gli oneri di sistema». 

 

Matteo Fontana

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore