/ Politica

Politica | 13 luglio 2020, 11:51

Arresto Efrem, Cosentino (Lombardia Ideale): «Nessuno a Busto aveva dubbi sulla sua moralità»

Il consigliere regionale chiarisce i rapporti di Efrem con il movimento regionale che sostiene Attilio Fontana: «Non è mai confluito il Lombardia Ideale. Un avvicinamento era in corso ma non si è concretizzato».

Arresto Efrem, Cosentino (Lombardia Ideale): «Nessuno a Busto aveva dubbi sulla sua moralità»

Non si fanno attendere le reazioni politiche dopo l'arresto del consigliere comunale di Busto Arsizio, Paolo Efrem, nell'ambito dell'inchiesta condotta dal pm di Milano Silvia Bonardi su infiltrazioni della 'ndrangheta nel settore dei rifiuti (leggi qui).

A intervenire è il consigliere regionale Giacomo Cosentino, per fare chiarezza sulla presunta appartenenza di Efrem a Lombardia Ideale, il movimento che in Regione sostiene Attilio Fontana. «Efrem non è mai confluito nel nostro movimento - specifica – Si era candidato alle scorse amministrative, venendo poi eletto consigliere, con la lista Busto Grande. Un avvicinamento era in corso, non posso negarlo, e il gruppo consigliare aveva preso il nome di Busto Grande – Lombardia Ideale, ma il percorso non si è mai concretizzato».

Sarebbe stata solo questione di tempo perché «Non c'era nessun segnale dal mondo politico, nessuno aveva dubbi sulla sua moralità – sottolinea – Alla luce dei fatti però cambia tutto. Non entro nel merito specifico della vicenda, ho fiducia nella magistratura, ma anche solo l'ambiguità è incompatibile con Lombardia Ideale. Chiunque abbia rapporti con persone ambigue è incompatibile con noi».

Valentina Fumagalli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore