/ Cronaca

Cronaca | 10 luglio 2020, 15:55

Non si ferma all'alt, inseguito dai carabinieri. Dopo due ore ci ricasca: per lui doppia denuncia

Un giovane di Olgiate Olona è finito nei guai dopo essere stato fermato nel corso della notte per due volte dalla stessa pattuglia. Per lui è scattato anche il sequestro dell'auto

Non si ferma all'alt, inseguito dai carabinieri. Dopo due ore ci ricasca: per lui doppia denuncia

Non si ferma all'alt dei carabinieri e viene preso dopo un breve inseguimento. Ma dopo due ore ci ricasca: viene inseguito di nuovo e rimedia una seconda denuncia oltre al sequestro dell'auto. E' successo la scorsa notte a Busto Arsizio, in via Magenta. 

Intorno all'1.30 i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno denunciato a piede libero per resistenza e guida in stato di ebbrezza un ragazzo di 25 anni di Olgiate Olona. Il giovane, incensurato, non si è fermato all'alt per un controllo mentre si trovava alla guida della sua auto. Anzi, ha scelto la via della fuga. Raggiunto dalla pattuglia dopo un inseguimento, conclusosi senza danni a persone o cose, è stato sottoposto ad accertamento con l'etilometro risultando in stato di ebrezza. E' così scattato per lui il ritiro della patente.

Poco più di due ore dopo il giovane è stato nuovamente intercettato dalla stessa pattuglia dei carabinieri a bordo della stessa vettura in via Ippolito Nievo. Anche questa volta ha preferito non rispondere all'alt, allontanandosi. E' stato raggiunto dopo un nuovo inseguimento. Questa volta ha però rifiutato di sottoporsi all'accertamento con l'etilometro, venendo denunciato nuovamente per guida in stato di ebbrezza. Stavolta per lui è scattato il fermo amministrativo del veicolo.

 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore