/ Territorio

Territorio | 07 luglio 2020, 18:30

Laveno, arriva l'ordinanza anti bivacchi: bar chiusi all'1 e stop alla vendita di alcolici dalle 23

Come annunciato la scorsa settimana dal sindaco Ercole Ielmini è arrivato il provvedimento restrittivo contro schiamazzi e inciviltà notturne che sarà in vigore fino al 31 luglio: distributori automatici di bevande chiusi dalle 22 alle 6.

Laveno, arriva l'ordinanza anti bivacchi: bar chiusi all'1 e stop alla vendita di alcolici dalle 23

Come promesso la scorsa settimana dal sindaco Ercole Ielmini, è stata firmata oggi l'ordinanza del Comune di Laveno Mombello che mira a contrastare bivacchi e assembramenti che portano a inciviltà e schiamazzi notturni, specialmente nei fine settimana.

L'ordinanza del sindaco sarà in vigore fino al 31 luglio sottolinea come «in alcune zone del territorio comunale, la presenza di attività economiche, in particolare esercizi commerciali, artigianali e di somministrazione di alimenti e bevande risulti particolarmente elevata, con possibilità di restare aperti 24 ore su 24, attraendo così notevoli flussi di persone soprattutto nei fine settimana».

«La vendita di bevande alcoliche e superalcoliche - si legge ancora nell'ordinanza - ha comportato disturbo al riposo dei residenti e determinato situazioni di degrado e di igiene del territorio».

Viste queste premesse, il sindaco ha stabilito nell'ordinanza che «tutti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, tutti gli esercizi di vicinato del settore alimentare e misto che vendono per il consumo immediato all'interno dei locali devono sospendere l'attività entro l'una del giorno successivo».

Tutte le attività che espongono e vendono bevande alcoliche e superalcoliche devono sospenderne la vendita dalle 23. 

L'ordinanza stabilisce anche che «gli apparecchi automatici devono essere configurati in modo che sia inibita la vendita e la somministrazione di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione dalle 22 alle 6»

Per i trasgressori sono previste multe molto salate: da 400 a 3 mila euro. 

Matteo Fontana

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore