/ Politica

Politica | 02 luglio 2020, 23:00

Primo consiglio comunale "dal vivo": 12 consiglieri in aula e 20 connessi da casa per il bilancio post Covid

Prima seduta post Coronavirus a Palazzo Estense: si è parlato di bilancio, con misure da 340mila euro a sostegno dell'emergenza sanitaria e sociale, e di rock'n'roll. Slitta a martedì 7 luglio l'audizione dei vertici di Ats Insubria e della Fondazione Molina

Primo consiglio comunale "dal vivo": 12 consiglieri in aula e 20 connessi da casa per il bilancio post Covid

In aula, nel Salone Estense, 12 consiglieri comunali, più il sindaco e gli assessori Andrea Civati, Cristina Buzzetti e Roberto Molinari. Gli altri erano connessi da casa per la prima seduta del consiglio comunale post Coronavirus. 

All'ordine del giorno c'erano diversi provvedimenti legati all'emergenza sanitaria, tra cui l'approvazione bipartisan della variazione di bilancio che ha stanziato 340mila euro che i servizi sociali utilizzeranno per finanziare aiuti alimentari, per bollette e affitti, oltre a sostegni alla disabilità e alle famiglie.

La cifra è composta da oltre 236mila euro di fondi regionali e da 110mila che arrivano da “Varese aiuta”, il progetto di mutuo soccorso presentato dal Comune di Varese e a cui possono collaborare privati cittadini, enti e associazioni (leggi qui). La diversa natura dei fondi comporta anche una differenziazione nel loro utilizzo: se i primi sono infatti vincolati a sostenere famiglie con minori e famiglie particolarmente colpite dalla pandemia da Coronavirus, i secondi saranno utilizzati, come anticipato nella presentazione di “Varese aiuta”, per l’assistenza alimentare e nel pagamento degli affitti, nonché per il sostegno alle disabilità e ad altre forme di grave disagio manifestatesi negli ultimi mesi.

Tra le mozioni discusse e approvate anche quella proposta dal consigliere PD, Alessandro Pepe, che ha chiesto e ottenuto il riconoscimento del rock'n'roll come bene comune e patrimonio dell'umanità. 

Slitta invece alla seduta di martedì 7 luglio l'audizione in consiglio comunale del direttore generale di Ats Insubria, Lucas Maria Gutierrez, e del presidente della Fondazione Molina, Guido Bonoldi, che relazioneranno sulla gestione dell'emergenza Coronavirus nelle strutture sanitarie cittadine. 

Valentina Fumagalli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore