/ Territorio

Territorio | 22 giugno 2020, 12:40

Angera, la "capitale" dei bed and breakfast. Il sindaco: «Creiamo una rete per rilanciare il turismo»

Sono una trentina le strutture ricettive di questo tipo presenti nella città bagnata dal lago Maggiore. Il primo cittadino Paladini Molgora: «Siamo stati i primi a organizzare corsi di formazione per chi voleva aprire un B&B, adesso è il momento di fare un passo in avanti».

Angera, la "capitale" dei bed and breakfast. Il sindaco: «Creiamo una rete per rilanciare il turismo»

Sono circa una trentina di Bed and Breakfast presenti sul territorio di Angera: un bacino importante, decisivo per lo sviluppo del turismo nella città affacciata sul lago Maggiore.

Un settore su cui punta decisamente l'amministrazione comunale guidata dal sindaco Alessandro Paladini Molgora che vede proprio nel turismo il volano per il rilancio di Angera. 

«Siamo stati i primi ad organizzare come Comune dei corsi di formazione su come aprire dei B&B che sono stati molto partecipati - spiega il sindaco - adesso bisogna fare un passo in avanti».

Diversi angeresi hanno deciso di utilizzare case di parenti o antenati ormai inutilizzate per trasformarle in strutture ricettive.

«L'elemento principale è far capire quanto sia importante mettersi in regola - prosegue Paladini Molgora - e in secondo luogo quello di costituire una sorte di rete tra B&B in modo che il turista che voglia dormire ad Angera conosca le varie possibilità che la città offre».

Non solo ovviamente dove dormire, ma anche dove mangiare e cosa fare, dalle manifestazioni, al museo diffuso, al museo archeologico, senza dimenticare ovviamente l'ufficio turistico. 

«Il 2020 sarà l'anno delle sperimentazioni e delle nuove idee - conclude il sindaco - siamo convinti che il turismo abbia le potenzialità di far crescere tutta la città»

Matteo Fontana

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore