/ Calcio

Calcio | 13 giugno 2020, 23:36

FOTO. Gattuso uomo vero: occhi rossi e morso al labbro per la sorella Francesca. «Penso a chi ha perso qualcuno per il virus»

Gattuso alla fine dell'1-1 con l'Inter che qualifica il Napoli alla finale di Coppa Italia si morde il labbro e, con gli occhi rossi, si commuove pensando alla sorella Francesca scomparsa a 37 anni. Commozione anche in provincia di Varese e a Gallarate, dove la famiglia Gattuso ha messo radici

Il momento in cui Rino Gattuso pensa alla sorella Francesca in diretta Rai. Sotto nella gallery il bacio al cielo e l'incontro emozionante con Conte nel pre partita

Il momento in cui Rino Gattuso pensa alla sorella Francesca in diretta Rai. Sotto nella gallery il bacio al cielo e l'incontro emozionante con Conte nel pre partita

Gli occhi rossi, un piccolo morso al labbro e le parole più belle dopo una partita che è valsa al suo Napoli la finale di Coppa con la Juventus ma che, per lui, è stata una sfida al dolore per la perdita della sorella Francesca, che aveva solo 37 anni. «Dedico questa vittoria a mia sorella - ha detto poco fa in diretta Rino Gattuso dopo l'1-1 contro l'Inter - e ai miei genitori. Ringrazio i miei ragazzi e il mondo del calcio che mi sono stati molto vicini». 

Rino Gattuso già durante il commovente minuto di silenzio aveva mandato un bacio al cielo, dove è volata Francesca, conosciutissima a Gallarate - dove la famiglia Gattuso ha messo radici ed è molto amata - e nella nostra provincia, dove era stata ricoverata in seguito al malore di inizio febbraio (leggi QUI).

E l'uomo Gattuso, mentre tutti gli chiedevano della sorella, ha dato a fine gara anche un'altra lezione di umanità, pensando «alle migliaia di persone scomparse per il virus e alle loro famiglie, io in questo momento sono al loro fianco».

Molto toccante anche l’ingresso delle squadre in campo, con il saluto intenso di Conte a Gattuso e i tre medici dell’ospedale Cotugno al centro del terreno di gioco durante il minuto di silenzio nel San Paolo deserto per ricordare le vittime del Covid-19. Alla fine di quei sessanta interminabili secondi, ecco l'applauso da parte di arbitri, squadre e staff ai medici e operatori sanitari impegnati nella battaglia più difficile e importante.

A.C.


Vuoi rimanere informato sul Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo VARESE CALCIO
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP VARESE CALCIO sempre al numero 0039 340 4631748.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore