/ Territorio

Territorio | 29 maggio 2020, 12:10

Cittiglio, padre dona il fegato al figlio malato e gli salva la vita

Una storia di amore e generosità quella che racconta oggi LuinoNotizie: arriva da Cittiglio, dove Vincenzo Scognamiglio si è sottoposto a un delicato intervento per ridare la vita al figlio di 13 mesi colpito da una malattia rara

(Foto da Luinonotizie.it)

(Foto da Luinonotizie.it)

Padre dona il fegato al figlio neonato gravemente malato e gli salva la vita. Una storia toccante di amore e generosità quella che viene raccontata oggi da LuinoNotizie.

Arriva da Cittiglio, dove Vincenzo Scognamiglio, 30 anni, ha salvato la vita al figlio Riccardo, di soli tredici mesi, attraverso una donazione di fegato grazie al lavoro del professor Jean de Ville de Goyet, che dirige il Dipartimento di pediatria per la cura e lo studio delle patologie addominali e dei trapianti addominali dell’Istituto Mediterraneo per i Trapianti e Terapie ad Alta Specializzazione.

Tutto è iniziato dopo la nascita del piccolo Riccardo, il 3 aprile 2019. Dopo una serie di esami tra l'ospedale Del Ponte e il Civile di Bresica si scopre che il neonato ha una malattia molto rara:  l’atresia alle vie biliari, una rarissima patologia che colpisce un bambino ogni dieci-quindicimila.

Così sono partite cure e terapie durate per mesi, fino a quando la famiglia decide di rivolgersi a Ismett di Palermo. E lo scorso 13 maggio Riccardo e il padre sono stati sottoposti all'intervento, perfettamente riuscito. Martedì scorso sono stati dimessi. E sono pronti per una nuova vita.

Leggi l'articolo completo e le parole di Vincenzo Scognamiglio su LuinoNotizie.it cliccando QUI.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore