/ Varese

Varese | 24 maggio 2020, 15:00

«Più spazi per i tavolini. Non possiamo militarizzare il centro». La proposta di Varese Ideale per la movida

Il coordinatore del comitato civico del centrodestra Varese Ideale, Mattia Cavallini, propone all'amministrazione di aumentare gli spazi della città a disposizione dei giovani in modo da dare loro più opportunità di svago, senza creare assembramenti

«Più spazi per i tavolini. Non possiamo militarizzare il centro». La proposta di Varese Ideale per la movida

La riapertura di bar e ristoranti, secondo le nuove disposizione in materia di riduzione dei contagi da Coronavirus, sta creando non poche difficoltà di gestione. Da una parte ci sono le persone che vogliono tornare ad uscire e godersi un aperitivo e quattro chiacchiere con gli amici che non vedono da mesi. Dall'altra c'è la contrazione degli spazi disponibili per farlo e il risultato a volte è quello di questa notte in piazza Monte Grappa (leggi qui). Fatto ancor più grave, poiché riguarda atti di vandalismo con protagonisti alcuni minorenni, quello di via Ferrari: leggi QUI

«I gestori di bar e ristoranti ce la stanno mettendo tutta per rispettare le regole e a loro vanno i miei più sentiti complimenti e i mio sostegno – interviene Mattia Cavallini, coordinatore del comitato civico del centrodestra Varese Ideale - Devo però constatare che la famosa cabina di regia, messa in piedi dal comune di Varese per facilitare la fase 2 dei nostri commercianti, sta producendo poco o nulla: se si sta lavorando per la ripresa della città, come dicono da Palazzo Estense, non è concepibile organizzare una riunione qualche ora prima delle aperture serali del venerdì chiedendo un ulteriore sforzo di controllo ai gestori dei bar e ristoranti; mi pare che si voglia scaricare sugli esercenti responsabilità che non gli competono».

Una disorganizzazione amministrativa, secondo Cavallini, che stanno pagando i commercianti. «Auspico che il vice sindaco Zanzi voglia continuare sulla strada del confronto anche con le opposizioni sperando in un cambio di passo già dal prossimo fine settimana. Infine, data la conformazione delle vie della movida, la proposta che voglio lanciare al sindaco Galimberti, che nelle sue rare apparizioni interviene sempre tardi e mai giocando d'anticipo, è quella di concedere gratuitamente dal venerdì alla domenica l'utilizzo della piazza del tribunale, di piazza Beccaria, piazza Carducci, via Broggi e via Vetera (chiudendole alle auto) per il posizionamento di ulteriori tavolini di bar e ristoranti».

Trasformare le piazza vuote in salotti per aiutare i commercianti e offrire più opportunità di svago ai varesini. «Aumentare i posti a sedere, insieme al buonsenso dei cittadini, ci permetterà di ripartire e affrontare questa strana estate in modo più sereno. Noi ci siamo! E terremo alta l'attenzione sempre al fianco del commercio varesino».

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore