/ Territorio

Territorio | 19 maggio 2020, 09:27

Coronavirus, ad Arcisate guarito un altro cittadino e nessun nuovo contagio. Il sindaco: «Grande gioia»

Il primo cittadino Gian Luca Cavalluzzi fa il punto della situazione: «I due bimbi malati sono stabili e sono sempre a casa, mentre sono ancora sette gli arcisatesi alle prese con il Covid-19 di cui uno solo in ospedale».

Coronavirus, ad Arcisate guarito un altro cittadino e nessun nuovo contagio. Il sindaco: «Grande gioia»

Arcisate è stato tra i Comuni più colpiti dal Coronavirus nel Varesotto, escludendo quelli che ospitano case di riposo. Il paese della Valceresio ha pianto chi non ce l'ha fatta e conta, tra i trenta arcisatesi affetti dal Covid-19, anche due bambini piccoli contagiati che per fortuna però stanno bene e sono in convalescenza.

Finalmente, si comincia a intravedere la luce in fondo al tunnel, come conferma il sindaco Gian Luca Cavalluzzi nel consueto messaggio ai cittadini. 

«Lunedì 18 maggio è ancora una giornata positiva da un punto di vista sanitario - dichiara il sindaco - Posso segnalare con grande gioia la guarigione di un altro concittadino. Anche oggi, poi, nessun nuovo contagio. Sono ancora sette gli arcisatesi alle prese con il Coronavirus di cui uno solo in ospedale, ricoverato nel reparto infettivi. I due bimbi sono stabili e sono sempre a casa affidati alle amorevoli cure dei genitori. Con la dovuta cautela, insomma, sembra che stiamo uscendo da un lunghissimo tunnel che ha visto 30 persone contagiate da questo infido virus. Lunedì hanno riaperto moltissime attività commerciali e produttive. Arcisate, insomma, ha fatto le prove generali per un ritorno alla normalità. Devo ammettere che è stato piacevole vedere il nostro paese tornare ad essere vivo e vissuto. Nei prossimi giorni, cercherò di passare da tutti i commercianti per dare loro il bentornato e per rassicurarli su una cosa: l’amministrazione comunale farà tutto il possibile per aiutarli. La felicità per tutte queste aperture e la voglia di tornare alla normalità, però, non ci deve esimere dall’essere responsabili. Quindi, rispettiamo le regole basilari: mascherina, distanziamento sociale e divieto di assembramenti». 

 

M. Fon.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore