/ Hockey

Hockey | 14 maggio 2020, 01:04

L'esempio dell'hockey su ghiaccio: «Tutte le società unite verso il futuro. Al primo posto ci sono pubblico, riapertura degli impianti e progetto comune»

E' stato il primo sport a fermarsi per l'emergenza Coronavirus ed è il primo sport a guardare al futuro mettendo davanti a tutto la passione dei tifosi, i vivai e un progetto condiviso. Così anche grandi rivali come Merano e Varese sono dalla stessa parte: onore all'hockey su ghiaccio

L'esempio dell'hockey su ghiaccio: «Tutte le società unite verso il futuro. Al primo posto ci sono pubblico, riapertura degli impianti e progetto comune»

Ancora una volta il piccolo, grande hockey dà l'esempio e prova a guardare avanti: unito e insieme, nonostante le rivalità del ghiaccio. E' stato il primo sport a sacrificare la stagione e a fermarsi davanti all'emergenza Coronavirus che metteva a rischio la salute di tutti, ed è il primo a prendere una posizione condivisa da tutte le società, Merano e Varese comprese. Ecco il comunicato dei club di IHL che guardano alla prossima stagione, e reagiscono insieme all'emergenza Coronavirus, senza mettere davanti a tutto i propri interessi ma quelli del movimento e del pubblico ritrovato grazie a una visione globale che merita solo applausi.

Le parole delle società di IHL.

In un periodo di continue incertezze, le società della IHL, dopo vari incontri (in via telematica), stanno definendo le basi per la nuova stagione.
Nell'ultimo incontro degli 11 team che compongono il campionato IHL, sono state prese unanimi decisioni per la definizione delle future attività, tenendo in considerazione le eventuali possibili restrizioni dovute al diffondersi della pandemia di Covid-19.

Preso atto dei soddisfacenti passi in avanti durante gli ultimi 4 anni di collaborazione, le società della IHL intendono proseguire sulla strada già percorsa. Partite, numero di stranieri e ultime novità presentate al pubblico nello scorso campionato, sono confermate.

Naturalmente in un progetto di simile complessità la riapertura degli impianti in tempi adeguati, norme di comportamento certe per la gestione dell'epidemia ed il coinvolgimento di sponsor e pubblico saranno imprescindibili per il successo del nostro campionato IHL. Si prevede la ripartenza degli incontri entro i termini delle stagioni scorse compatibilmente con la situazione pandemica, al fine di salvaguardare la salute dei nostri atleti.

I criteri principali rimangono quelli di mantenere il buon livello tecnico raggiunto, i soddisfacenti successi di pubblico fin qui ottenuti, proseguendo lo sviluppo delle squadre giovanili, con pronto inserimento dei giocatori più preparati e meritevoli nei roster delle squadre della IHL.

L’obiettivo è quello di far crescere i giovani giocatori italiani, anche in prospettiva delle future Olimpiadi invernali che si disputeranno in Italia nel 2026.

La crescita dell'intero movimento non potrà prescindere da una fattiva collaborazione con la Federazione che già in questo periodo di difficoltà si è dimostrata sensibile alle esigenze delle società, azzerando i costi arbitrali, di cronometraggio e di iscrizione per il campionato della prossima stagione.

Con queste chiare idee la IHL si pone come idoneo interlocutore nel variegato mondo dell'hockey italiano, offrendo un prodotto sportivo altamente qualitativo, in sinergia con le esistenti realtà già consolidate.

Le società di IHL 

Redazione


Vuoi rimanere informato sui Mastini Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo MASTINI VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP MASTINI VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore