/ Hockey

Hockey | 09 maggio 2020, 07:55

Paolo e Luisella, i Mastini del bar al Palalbani: 77 giorni di chiusura, eppure sono qui. «Tavolini e serate all'aperto per tutta l'estate, abbiamo "fame"»

Il Madera Pub del palaghiaccio è chiuso dal 23 febbraio ma Paolo e Luisella sono Mastini dentro e pensano alla ripartenza all'esterno: «Qui c'è tutto lo spazio del mondo, cucineremo e serviremo ai tavoli con il nostro spirito da battaglia. Ci mancano giocatori, tifosi e genitori. Non ci siamo nemmeno potuti dire "ciao", lo faremo qui durante tutta l'estate»

Paolo e Luisella, i Mastini del bar al Palalbani: 77 giorni di chiusura, eppure sono qui. «Tavolini e serate all'aperto per tutta l'estate, abbiamo "fame"»

Settantasette giorni di chiusura ma niente e nessuno può abbattere Paolo e Luisella del Madera Pub al palaghiaccio, che sognano il primo giorno della riapertura come fosse il primo giorno in cui si sono conosciuti, o il primo scudetto della Kronenbourg dell'87.

«Ci manca Franchini con il suo cappuccino alle sette di sera, Bertin con il ginseng, il capitano con il the al limone. E Odo che ti guarda e prima di aver finito di dire "non ho fame" ha già mangiato tre panini... Non abbiamo più visto nessuno, a parte Perna il giorno in cui è tornato in Francia»: il sogno di Paolo e Luisella, i Mastini del Palalbani con il loro bar dove è impigliata l'anima della Varese più pura e vera, è racchiuso in quel prato enorme fuori dalla piscina

«Qui, sotto la pianta, ci stanno tanti tavoli. Là, vicino al gazebo, altrettanti. E dove corrono i bimbi del campo estivo ancora: ne abbiamo duecento...»: in quest'immensa zona verde fuori dalle vetrate della piscina ci stanno tutti, ma proprio tutti, Mastini e varesini all'aria aperta nelle notti d'estate. Entrata e uscita possono essere distanziate: si arriva dall'ingresso del palaghiaccio, si torna a casa dal parcheggio della scuola. In mezzo c'è lui, Paolo Mazzocchi, con i suoi piatti, i suoi racconti, la sua umanità.

Serata melanzane alla parmigiana. Serata paella. Serata chili con tortillas. Serata costine e salamelle. Serata pollo fritto. Serata hamburger. Serata tra amici, anzi fratelli. «La grande fortuna nella sfortuna del momento è lo spazio: in questo parco ci stiamo tutti. La casetta della cucina è lì, a distanza. Ci sono i gazebo e i duecento tavoli solitamente utilizzati per i bimbi e i ragazzini del campo estivo, che speriamo possa ricominciare. Di sicuro qui il problema della distanza non esiste. Alla logistica ci penso io. L’importante è lavorare».

«Stiamo aspettando, come tutti, di sapere come fare: si riparte dal primo giugno o magari dal 18 maggio? Dopo 77 giorni di chiusura, ormai...: abbiamo tenuto duro fin qui, arriviamo alla fineSaremo io, Luisella e Lorenzo, che ogni giorno arriva in bicicletta sperando di avere buone notizie. Abbiamo fame e tanta voglia: l'idea è tenere aperto per aperitivo e cena tutta l'estate, qui ci sarà sempre una salamella, un piatto e un panino per tutti. Al mercoledì e al giovedì l'anno scorso facevamo serate culinarie a tema: replicheremo. Pensiamo anche all'asporto, ma non subito. Magari dal 18, in vista dell'apertura al pubblico».

«Appena riapriamo sarebbe bello rivedersi qui, con tutti i Mastini ma anche con tutti i genitori del ghiaccio e del nuoto, rispettando naturalmente le regole: ci siamo lasciati senza nemmeno poterci salutare. Nessuno ha potuto dire "ciao" allo squadra come avrebbe meritato: abbiamo davanti tutta l'estate per farlo. Ci vediamo il primo giugno, forse anche prima e magari con la bella sorpresa di poter fare il campo estivo. Tante famiglie e i bambini lo aspettano, gli organizzatori dell’Happy Sport Team sono pronti».

Se il palaghiaccio ha un'anima indistruttibile e un fascino unico, è grazie all'umanità di persone come queste, a un sorriso di Paolo e una battuta fulminante di Luisella, che accoglie tutti come fossero i suoi "bambini". Quando aprono la porta e ti danno il cuore, è per sempre. 

Andrea Confalonieri


Vuoi rimanere informato sui Mastini Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo MASTINI VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP MASTINI VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore