/ Varese

Varese | 18 aprile 2020, 18:57

Mercato in piazza Repubblica, la giunta ufficializza lo spostamento che sarà vincolato ai lavori di riqualificazione

Il nuovo mercato si svolgerà cinque giorni a settimana dalle 8 alle 18.30 anche nell’area dietro al teatro. Il trasferimento comincerà non appena si concluderanno i lavori di adeguamento di piazza Repubblica

Mercato in piazza Repubblica, la giunta ufficializza lo spostamento che sarà vincolato ai lavori di riqualificazione

La giunta di Palazzo Estense ha approvato ieri la delibera che il consiglio comunale sarà chiamato a ratificare durante la prossima seduta, che si terrà in videoconferenza martedì 28 aprile. Si tratta del progetto di trasferimento del mercato di piazzale Kennedy nello spazio di piazza Repubblica

«Un ritorno al passato – lo ha definito l’assessore Ivana Perusin - al mercato di città in sede centrale, nella zona storica che già fu sede del "Mercato Coperto" e che oggi rappresenta lo spazio pubblico urbano più grande disponibile, alla luce dei sui 150 metri di lunghezza per 75 metri di larghezza». Un luogo facilmente accessibile e raggiungibile con i mezzi pubblici, dove si può stare informalmente e che ha una valenza storica: le cronache fanno risalire le prime notizie relative al mercato di Varese in piazza della Repubblica a metà del '400, quando lì già si riunivano i sensali di bestiame per la compravendita dei bovini e la fiera dei cavalli

A mutare la tradizionale collocazione provvide una deliberazione del consiglio comunale del 18 marzo 1966, con la quale fu disposta la nuova collocazione del mercato, aperto ufficialmente il 2 settembre 1967, nella attuale sede di piazzale Kennedy. In quel particolare momento storico pareva necessario privilegiare la realizzazione di un parcheggio in piazza Repubblica; parcheggio che oggi trova collocazione nel sottosuolo. Nel tempo, il mercato si è evoluto sino a giungere alla attuale configurazione e consistenza e richiede oggi un'attenzione diversa.

La scelta di piazza Repubblica è stata inoltre condivisa dall’amministrazione con ambulanti e commercianti e ha una doppia valenza. «C’è l'importanza di promuovere l’economia cittadina, attraverso la valorizzazione delle risorse imprenditoriali e delle forme di tutela ed attenzione agli esercizi commerciali – aggiunge -, ma anche l'importanza sociale delle nuova collocazione in un'area della città, per la quale questa forma di animazione rappresenta un antidoto al degrado e dall’insicurezza, che sempre possono intaccare spazi ampi come quello di piazza Repubblica se non si provvedere a rafforzarne l'identità».

A tal proposito, anche la zona retrostante al teatro sarò oggetto di riqualificazione e ospiterà alcune bancarelle nei giorni di mercato che non saranno più tre, ma cinque a settimana, ad eccezione del mercoledì che è il giorno in cui si svolge il mercato di Luino, la domenica e giorni festivi durante i quali la fruizione della piazza tornerà nella piena disponibilità della città. Il mercato sarà aperto dalle 8 del mattino alle 18.30.

Nella delibera di giunta si legge inoltre che “la data di effettivo trasferimento del mercato sarà connessa alla conclusione dei lavori di adeguamento di piazza della Repubblica e verrà indicata in apposito provvedimento dirigenziale”. Una data certa quindi ancora non c’è, ma con l’approvazione del consiglio comunale il trasferimento diventerà ufficiale

In allegato, alla fine dell’articolo, la delibera completa che comprende anche le modifiche alla circolazione delle auto individuate da un apposito studio che ha valutato l’impatto viabilisti del trasferimento del mercato sull’intero comparto. In particolare, saranno eliminate “le corsie preferenziali dell'autobus dalle vie San Pedrino e Limido, prevedendo una doppia corsia a senso unico sulla via San Pedrino ed un doppio senso di circolazione in via Limido, riportando il percorso della linea degli autobus “A” sulla via Pavesi”. 

Files:
 proposta deliberazione mercato (198 kB)

Valentina Fumagalli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore