/ Salute

Salute | 26 marzo 2020, 17:24

L'Associazione Varese Alzheimer continua ad essere vicina ai malati e alle famiglie: è attivo un servizio di aiuto telefonico

Dal lunedì al venerdì è possibile telefonare ai volontari dell'associazione ed essere messi in contatto con i professionisti medici, psicologi e terapisti

L'Associazione Varese Alzheimer continua ad essere vicina ai malati e alle famiglie: è attivo un servizio di aiuto telefonico

In questo periodo di pandemia e misure di contenimento dell'infezione, le famiglie dei malati di Alzheimer si trovano ancora più isolate e ulteriormente private dei supporti esterni (centri diurni chiusi, attività sospese, assistenza domiciliare ridotta). Spesso i malati e i loro caregiver rientrano nella categoria delle persone fragili e particolarmente a rischio di contrarre l'infezione perché anziane o affette da altre patologie. 

Inoltre, i disturbi comportamentali caratteristici della malattia rendono ancora più complessa la messa in atto delle misure preventive. Per esempio, le persone malate di demenza potrebbero dimenticare le norme igieniche e non lavarsi le mani oppure uscire di casa e camminare senza meta. Venendo a mancare gli appuntamenti settimanali e non potendo frequentare le persone, si potrebbe assistere al peggioramento dei sintomi cognitivi (la memoria, il linguaggio, l'orientamento). 

Il caregiver si trova ad affrontare una situazione già difficile in completa solitudine, con la preoccupazione ulteriore di ammalarsi e quindi di non sapere, nel caso, a chi affidare il proprio caro. È quindi importante, pur nella difficoltà, mantenere una rete sociale valida: telefonare quotidianamente ad amici e parenti, utilizzare la tecnologia per effettuare videochiamate che permettano di rimanere in contatto con le persone, informarsi sui servizi a domicilio messi a disposizione dagli enti del territorio per la spesa e le medicine, conoscere le modalità per reperire il proprio medico di riferimento. 

«Come amministrazione – afferma l’assessore ai Servizi sociali del comune di Varese Roberto Molinari – sosteniamo e divulghiamo tutte le iniziative portate avanti dal terzo settore e dal mondo del volontariato. Servizi come quello dell’Associazione Varese Alzheimer ci consentono di ampliare la gamma di proposte che stiamo mettendo in campo con un unico, comune, obiettivo: offrire risposte concrete ai bisogni dei cittadini. A tutte le realtà che si stanno mettendo in gioco nel fronteggiare questa difficile emergenza va il mio personale ringraziamento, e quello di tutta Varese, per la sensibilità e l’attenzione che stanno dimostrando soprattutto nei confronti delle frange più deboli della popolazione».

L'Associazione Varese Alzheimer vuole continuare ad essere vicina ai malati e alle loro famiglie attraverso un servizio di aiuto telefonico che offra informazioni pratiche, supporto emotivo e vicinanza, anche se a distanza.
Si può chiamare da lunedì a venerdì 

dalle 9 alle 10,30 il 347/5828038;
dalle 10,30 alle 12,30 il 339/7322546 
dalle 14 alle 15,30 il 339/5451529;
dalle 15,30 alle 18,30 il 347/3384045 

Risponderanno i volontari e si avrà la possibilità di parlare coi professionisti: medici, psicologi e terapisti.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore