/ Varese

Varese | 25 febbraio 2020, 12:12

«Psicosi Coronavirus, siamo costretti a chiudere». A Varese tanti bar e ristoranti cinesi abbassano le serrande

Dal Caffè Leoni al ristorante Paradiso di viale Borri, dall'Ok Sushi di via Crispi fino al Piccolo Mondo tante attività gestite da cinesi hanno preferito interrompere il lavoro a causa dei pochi clienti, ma anche per «dare un contributo alla comunità e ridurre la possibile diffusione di malattie»

«Psicosi Coronavirus, siamo costretti a chiudere». A Varese tanti bar e ristoranti cinesi abbassano le serrande

Paura da Coronavirus, molti esercizi commerciali di Verese gestiti da cinesi costretti a chiudere temporaneamente i battenti per mancanza di clienti e per venire incontro alle norme dettate dalla Regione per evitare una eventuale diffusione del Coronavirus. Se l'ordinanza varata dal Ministero permetterebbe l'apertura dei bar prima delle 18 e dei ristoranti, alcuni esercenti asiatici - anche molto conosciuti - hanno preferito abbassare la serranda. Il tutto anche se, è bene ricordarlo, al momento non si registrano casi di contagio in provincia di Varese.

Tra questi c'è il Caffè Leoni, conosciutissimo locale all'angolo tra via Rainoldi e viale Milano: chi è abituato a fare colazione ai suoi tavolini questa mattina ha trovato la porta chiusa e questo messaggio sulla saracinesca da parte dei gestori cinesi: «In merito alla situazione attuale - si legge - abbiamo deciso di sospendere l'attività fino all'1 marzo per dare un contributo alla comunità e ridurre al minimo la possibile diffusione di malattie virali. Grazie».

Spostandoci in viale Borri anche il noto "Bar Piccolo Mondo", sempre gestito da cinesi, che si trova proprio di fronte alla Chiesa dei Frati Cappuccini, da questa mattina è chiuso: «Considerando gli ultimi eventi e il calo di lavoro conseguito - si legge anche qui in cartello - al fine di evitare assembramenti di persone si è decisa la chiusura temporanea fino a data da destinarsi».

Poche centinaia di metri più avanti, verso Bizzozero, poco fa alcuni clienti si sono ritrovati a sorpresa davanti alle serrande abbassate dello storico ristorante pizzeria Paradiso. Qui il messaggio è più diretto: «Siamo spiacenti di informarvi - scrivono i gestori cinesi - che a causa della psicosi generata e non potendo sostenere costi di gestione siamo costretti a chiudere per un periodo da definire».

Anche il ristorante Ok Sushi di via Crispi ha fatto sapere ai suoi clienti che «a causa dell'attuale situazione in Lombardia» resterà chiuso fino alla riapertura delle scuole.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore