/ Attualità

Attualità | 22 febbraio 2020, 14:38

Coronavirus: nessuna misura restrittiva per Varese e provincia. Nuovi contagi a Pavia e Cremona, sono 39 in Lombardia

Il governatore Fontana e l'assessore Gallera hanno sottoposto al governo centrale nuove misure per evitare l'allargamento del contagio: in Lombardia sono 39 le persone infettate dal virus. Anche a Cremona e a Pavia cancellate manifestazioni sportive e Carnevale. Scuole chiuse

Coronavirus: nessuna misura restrittiva per Varese e provincia. Nuovi contagi a Pavia e Cremona, sono 39 in Lombardia

Nessuna misura restrittiva è al momento prevista per altre province della Lombardia, compresa quella di Varese, dopo l'aumento dei contagi da Coronavirus. Esclusa l'ipotesi di contagi in altre zone della regione, Milano compresa.

Nuove misure di contenimento del Coronavirus, proposte dalla Regione Lombardia, dovrebbero essere comunicate entro poche ore dal governo per evitare l'allargamento del contagio nella nostra regione ma dovrebbero interessate più pesantemente le province di Cremona e Pavia, dove ci sono quattro nuove persone contagiate e dove tutti gli eventi sportivi e all'aperto come il Carnevale sono già stati annullati o lo saranno a breve.

Dopo un lunghissimo confronto con il governo e con le altre regioni, il presidente Fontana e l'assessore Gallera attendono che entro poche ore Roma dia una risposta, in particolare per l'utilizzo degli ospedali militari di Baggio e Piacenza dove ospitare le persone in isolamento: il centro del focolaio di Coronavirus resta l'ospedale di Codogno e anche le nuove persone infettate avrebbero avuto contatti con qualcuno che lavora in questa struttura.

Fontana ha annunciato che il numero delle persone contagiate in Lombardia è salito a 39 (32 nell'area di Codogno, dove una signora di 77 anni è morta) mentre in Veneto sono 12.

Anche all'ospedale di Cremona sono state riscontrate due positività (sono una donna di Sesto Cremonese e un uomo di Pizzighettone) che hanno avuto, però, un contatto con la struttura sanitaria di Codogno. Due persone positive al tampone anche in provincia di Pavia, originarie di Pieve Porto Morone, che avevano avuto, anche in quel caso, contatti o collegamenti con Codogno.

Dopo Lodi anche Cremona e Pavia hanno già deciso di cancellare le manifestazioni all'aperto, sia quelle sportive che quelle legate al Carnevale. Chiuse con un'ordinanza anche le scuole, verranno installate tende della protezione civile a supporto della popolazione che abbia bisogno di qualsiasi necessità.




Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore