/ Varese

Varese | 16 gennaio 2020, 09:42

La protezione civile del Canton Ticino in visita a Varese per studiare i nostri protocolli d'emergenza

Nell’ambito del progetto di rafforzamento della collaborazione transfrontaliera per la gestione delle emergenze, si è tenuto ieri un incontro in prefettura tra la protezione civile varesina e quella Svizzera.

La protezione civile del Canton Ticino in visita a Varese per studiare i nostri protocolli d'emergenza

D’intesa con la Regione Lombardia, si è tenuto ieri nella sede di Villa Recalcati, un incontro tra una delegazione del sistema di protezione civile del Canton Ticino e le componenti della protezione civile varesina.


L’iniziativa si colloca nell’ambito del progetto GESTISCO che mira a rafforzare la collaborazione transfrontaliera per la gestione delle emergenze favorendo la reciproca conoscenza dei due sistemi di protezione civile, svizzero ed italiano, sia sotto il profilo normativo che organizzativo attraverso lo studio delle rispettive prassi, dei protocolli, degli scenari di rischio e delle modalità di pianificazione territoriale.

Nell’occasione dell’incontro, al quale hanno preso parte, oltre al sindaco di Varese, al questore, al comandante provinciale dei carabinieri, al comandante provinciale dei vigili del fuoco, anche rappresentanti del dipartimento della protezione civile, del comando truppe alpine dell’esercito italiano, della direzione generale territoriale di protezione civile della Regione Lombardia, della provincia di Varese e dell’AREU, il prefetto, Enrico Ricci, ha illustrato agli ospiti ticinesi gli aspetti essenziali, normativi ed organizzativi, del Sistema nazionale di protezione civile.

La giornata si è conclusa con la visita da parte della delegazione ticinese, delle sale operative della questura, del comando provinciale dei carabinieri, del Comando Provinciale dei vigili del fuoco e della Centrale Unica di risposta NUE 112.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore