/ Territorio

Territorio | 28 ottobre 2019, 15:02

FOTO. Da Besozzo una lezione di civiltà: i volontari ripuliscono i boschi di Bogno da mille chili di rifiuti

Si è svolta domenica 27 ottobre la quarta Giornata Ecologica organizzata dai gruppi "Sei di Besozzo se" e "Sei di Bogno se". Il bottino totale raccolto nel corso di tutte le edizioni supera le sei tonnellate di spazzatura.

FOTO. Da Besozzo una lezione di civiltà: i volontari ripuliscono i boschi di Bogno da mille chili di rifiuti

Una lezione di civiltà e di amore per il territorio, ma anche un aiuto concreto per tenere puliti i nostri boschi, troppo spesso nel mirino di incivili e maleducati che abbandonano di tutto. Si è svolta ieri, domenica 27 ottobre, la Quarta Giornata Ecologica organizzata nei boschi del territorio dai gruppi "Sei di Besozzo se" e "Sei di Bogno se" in collaborazione con l'amministrazione comunale e con l'associazione "Giovani di Besozzo".

Un nutrito gruppo di volontari - una ventina di persone - si è così rimboccato le maniche e, armati di sacchi e palette, si è dato appuntamento alle 9 del mattino della domenica davanti al Palazzo Comunale. Da lì sono state raggiunte le zone boschive di località Castelletto, nelle frazione di Bogno, che sono state ripulite da ogni genere di rifiuti dai volontari, grazie anche ai mezzi forniti dal Comune. 

Alla giornata era presenti il vicesindaco Gianluca Coghetto e il consigliere comunale Francesca Pianese, alcuni pensionati, una famiglia intera con i due figli e tanti giovani.

Il bottino è stato notevole: nel corso della giornata ecologica sono stati raccolti circa mille chilogrammi di spazzatura. I volontari hanno trovato di tutto: dalla plastica ai cavi elettrici, fino a elettrodomestici usati e gettati tra la vegetazione e ferraglia. Nel corso della quattro giornate ecologiche fino ad oggi organizzate dal gruppo sono stati raccolti ben 6250 chili di rifiuti di ogni genere

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore