/ Varese

Varese | 05 agosto 2019, 15:18

Una perla per il Sacro Monte, iniziati i lavori per il restauro della scalinata del Sommaruga

Partiti oggi i lavori che prevedono una serie di opere di ripulitura e ristrutturazione. L'intervento, dal costo di 11mila euro, verrà realizzato grazie a una convenzione tra Comune e la onlus Italia Nostra

Una perla per il Sacro Monte, iniziati i lavori per il restauro della scalinata del Sommaruga

Sono cominciati questa mattina al Sacro Monte i lavori che consentiranno il restauro della scalinata progettata a inizio Novecento dal grande architetto milanese Giuseppe Sommaruga. L'intervento odierno consiste nella rimozione di alcuni massi e nella stabilizzazione del pendio; nei prossimi giorni, poi, entrerà nel vivo il restauro vero e proprio, operato grazie a una collaborazione tra la sezione cittadina della onlus Italia Nostra e l’amministrazione comunale di Varese.

I lavori sono stati approvati dalla Giunta la scorsa settimana. La scalea si trova in via Fincarà e permette il collegamento tra la strada comunale del Ceppo e quella superiore per le Tre Croci.

«Ancora una volta – afferma l'assessore ai Lavori pubblici Andrea Civati – l’amministrazione dimostra in maniera concreta la sua attenzione per il borgo del Sacro Monte. Il nostro è un patrimonio UNESCO che il mondo ci invidia, ma proprio per la sua importanza sono tanti gli interventi necessari alla sua conservazione. L'aspetto positivo che si può ritrovare anche in questa attività è la collaborazione tra il Comune e quelle associazioni del territorio che contribuiscono a tenere vivo il borgo».

La scalinata è di fatto un'opera quasi inedita di Sommaruga: il progetto, infatti, venne attribuito al famoso architetto milanese solo nel 2000, grazie a un documento ritrovato negli archivi comunali. Promuovere il restauro conservativo dell'opera e la sua conoscenza è l'obiettivo che ha animato la proposta di Italia Nostra, con il coinvolgimento anche della Soprintendenza.

«Si tratta di un'opera piccola ma dal grande valore – spiega Massimo Propersi di Italia Nostra Varese – la cui bellezza è accresciuta anche da quella del luogo in cui si trova. Da anni la scalinata richiedeva e meritava una maggiore attenzione, così siamo contenti che oggi siano partiti i lavori preliminari all'avviamento del restauro. L'interesse per quest'opera è grande anche nella cittadinanza: metà dell'importo necessario per l'intervento, infatti, è stato ottenuto grazie a una raccolta fondi e un contributo importante arriverà dalla Fondazione comunitaria del Varesotto».

Nel dettaglio il restauro, il cui costo è stato quantificato in poco più di 11mila euro, prevede l'estirpazione della vegetazione infestante, la ristrutturazione delle opere in ferro, la ripulitura di quelle in pietra e la loro successiva protezione, la sistemazione dei gradini e la sostituzione dei corpi illuminanti a lanterna con altri di tipo sferico.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore