/ Attualità

Attualità | 13 luglio 2019, 09:27

Lo spettacolo del lago rosso: incantevole scoperta al passo Malera nel Veronese

La straordinaria fotografia di Guido Pagan Griso, agronomo e dottore forestale che ha scoperto l'acqua rossa della pozza di passo Malera, nel Veronese

La straordinaria fotografia di Guido Pagan Griso, agronomo e dottore forestale che ha scoperto l'acqua rossa della pozza di passo Malera, nel Veronese

Una scoperta stupefacente e incantevole ha lasciato a bocca aperta i turisti ma anche gli esperti: la pozza di Passo Malera, nel Veronese, si è colorata di rosso. Un fenomeno eccezionale che ha riportato alla mente quello del lago di Tovel, in Val di Non, e della sua acqua rossa che da decenni non esiste più.

La scoperta è stata fatta da Guido Pagan Griso, agronomo e dottore forestale, che ha commentato al giornale on line "Il Dolomiti": «Mai visto nulla di simile in vita mia». La pozza di passo Malera, posta a 1.727 metri e utilizzata dalle mandrie per l'abbeveraggio, è protetta dal gruppo dolomitico del Carega e dall'altopiano della Lessinia, uno scenario non meno magico di quello del celeberrimo lago di Tovel in Val di Non.  

Gli esperti stanno indagando sull'eccezionale evento: attraverso analisi al microscopio e la mappatura del Dna si sta verificando se la spiegazione è da ricondurre alla stessa microalga "Tovellia sanguinea" che, nei decenni scorsi, colorava di rosso il lago di Tovel.

Il professor Griso spiega a "Il Dolomiti": «Non è detto che il carico organico del bestiame che si immerge nella pozza abbia un ruolo così centrale nella colorazione dell'acqua per lo sviluppo dell'alga. Su tantissimi altopiani sono presenti pozze come quella di Malera, dove le mucche si immergono per trovare refrigerio rilasciando escrementi, ma nessuna si è ancora colorata di rosso».


Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore