/ Territorio

Che tempo fa

Cerca nel web

Territorio | 26 marzo 2020, 11:43

Luvinate: cimitero chiuso per l'emergenza Coronavirus. Parroco e sindaco depongono dei fiori all'ingresso in onore dei defunti

Don Emilio Rimoldi e Alessandro Boriani hanno rivolto un pensiero e una preghiera ai morti del paese. Intanto il Comune dà il via al progetto "Restiamo Connessi" pensato per genitori e insegnanti che devono rapportarsi con i bambini.

Luvinate: cimitero chiuso per l'emergenza Coronavirus. Parroco e sindaco depongono dei fiori all'ingresso in onore dei defunti

L'ingresso del cimitero di Luvinate è desolatamente sbarrato e sul cancello è affissa l'ordinanza comunale che motiva la decisione di chiudere il camposanto in ragione dell'emergenza Coronavirus.

Questa mattina, 26 marzo, il parroco don Emilio Rimoldi e il sindaco Alessandro Boriani hanno voluto deporre un vaso di fiori proprio all'ingresso del cimitero del paese, rivolgendo un pensiero e una preghiera per i defunti che riposano nel camposanto di Luvinate.  

Intanto, l'amministrazione comunale luvinatese ha dato il via al progetto "RestiamoConnessi". 

 

«I bambini ci sentono, ci osservano, ci respirano e apprendono da noi come fare per adattarsi alla quotidianità. Noi adulti siamo il loro posto sicuro. Come poter essere allora gli adulti responsabili e consapevoli di cui hanno bisogno, di fronte alle paure, alle incertezze e all’ansia per il futuro che può accompagnare queste settimane così complesse? E’ per questo che il Comune di Luvinate, dopo aver lanciato il progetto “RestiamoConnessi” per tutti i cittadini, si focalizza anche su quanti – genitori ed insegnanti – sono chiamati a rapportarsi con il mondo dei bambini».

«Noi che fino a poche settimane fa eravamo sempre di corsa, impegnati a pianificare al minuto le molteplici attività lavorative, scolastiche, sportive, ricreative.  Il tempo dilatato e lo spazio ristretto stanno assumendo nuovi significati, le relazioni acquisiscono intensità diverse e richiedono un equilibrio nuovo». 

Un gruppo di psicologi offre uno spazio di ascolto e supporto gratuito per genitori e insegnanti che desiderano confrontarsi rispetto al proprio modo di essere presenti con i bambini in questo momento difficile e ricercare insieme modalità nuove di dialogo e relazione. 

Se interessati, è possibile richiedere un colloquio telefonico o via Skype all’indirizzo mail restiamoconnessi@gmail.com oppure inviando un messaggio al numero 349 2854051; verrà fissato un appuntamento con uno degli psicologi aderenti al progetto “Restiamo Connessi” ( Raffaella Berto, Leandro Gentili, Marina Franzetti , Debora Puzzovio, Paola Pugina).

 

 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore