/ Varese

Che tempo fa

Cerca nel web

Varese | 24 marzo 2020, 10:10

In bocca al lupo, dottor Diurni: dalla pensione al Circolo, passando per Radio Missione Francescana. Non è un eroe, è "solo" un medico

Un sorriso franco e sincero, una grande curiosità, una verve che si accende su tanti argomenti e ti conquista: Questo il dottor Mario Diurni di Rmf che ha ripreso servizio all'ospedale di Varese con un gesto di valore, generosità e spirito di sacrificio insieme ai dottori Bonoldi, Minoja, Paganini e Fonzi

In bocca al lupo, dottor Diurni: dalla pensione al Circolo, passando per Radio Missione Francescana. Non è un eroe, è "solo" un medico

Non unico, di certo raro. Non l’eroe, uno degli eroi semmai, ma chiamarli così si deve al solito vizio giornalistico di fuggire la normalità per accarezzare le iperboli: la parola medico, in realtà, spiega già tutto.  

Di certo “lui”. Quello che conosci, quello che fino a pochi giorni fa, fino a quando questo maledetto incubo non ha necessariamente allontanato, negli androni della radio ti salutava con calore. Lui, il lui che c’è in tutte le esistenze e in tutte le storie, il lui che ti permette di passare dal generale al particolare, dalla notizia alla vita reale, quella che si snocciola sotto i tuoi occhi e spesso ti interroga. 

Tra i cinque medici in pensione che in questi giorni hanno ripreso servizio all’Ospedale di Circolo di Varese per combattere il virus e strappare vittime alla sua bramosia, c’è anche Mario Diurni. Riservista per età, non certo di vocazione, a guerra scoppiata ha risposto presente all’appello fatto dal governatore della Lombardia e si è recato al fronte, non esitando un minuto davanti all’esortazione di aiutare i giovani commilitoni che, da settimane, combattono nel nome di una professione e per conto di una nazione.

Ci scuseranno gli altri quattro - il dottor Bonoldi, il dottor Minoja, il dottor Paganini e il dottor Fonzi - eguali, perfettamente eguali, per valore, generosità e spirito di sacrificio: anch’essi sono, come tutti i colleghi, in tutta Italia, sia giovani che anziani costretti dall’emergenza a ritornare giovani, co-protagonisti di questa commovente storia. 

Noi, però, conosciamo Mario Diurni e a lui abbiamo dedicato queste poche righe, complici i giorni insieme a Radio Missione Francescana, l’uno da giornalista, l’altro da indispensabile collaboratore dell’altrettanto indispensabile padre Gianni Terruzzi. Un sorriso franco e sincero, una grande curiosità, una verve che si accende su tanti argomenti e ti conquista. Questo il Mario di Rmf: il medico non ha bisogno di presentazioni, men che meno nostre.

In bocca al lupo, caro Dott., ammirato e affettuoso. Saranno i gesti come il tuo e quello dei tuoi colleghi a far passare davvero questo periodo all’imperitura memoria della storia. 

Fabio Gandini

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore