/ Hockey

Che tempo fa

Cerca nel web

Hockey | 15 febbraio 2020, 22:08

HOCKEY. Varese decimato, il Merano ipoteca il primo posto: 6-1. Ma non finisce qui (FOTO)

Sei assenze, alcune pesantissime (fuori quasi tutta la prima linea e cioè Perna, Schina e Franchini): le Aquile prenotano il primato ma è giusto crederci proprio ora. Come hanno fatto i tifosi giunti alla Meranarena

HOCKEY. Varese decimato, il Merano ipoteca il primo posto: 6-1. Ma non finisce qui (FOTO)

Non ci facciamo minimamente impressionare da questo 6-1: i Mastini possono farcela, il Merano può perdere il titolo. Anche perché ci sono squadre, soprattutto Caldaro e Alleghe dal relegation round, capaci di arrivare lanciatissime ai quarti dei playoff e fare male a chiunque (in questo momento al Varese toccherebbe il Caldaro e al Merano l'Alleghe). 

I Mastini possono farcela, se mai ritroveranno il Merano (non sarà così scontato, per entrambe). I Mastini possono ribaltare il pronostico e vincere il titolo a tre condizioni: 1) se giocheranno senza assenze di peso (oggi mancavano tre uomini su cinque della prima linea, completamente rivoluzionata e mischiata agli uomini della seconda: è come se Da Rin avesse giocato con una squadra mai provata prima); 2) se non si esaurirà la spinta, la voglia e la fede del loro grande pubblico, per cui tutto è una conquista dopo 25 anni di digiuno (è successo anche stasera alla Meranarena: ricapiterà); 3) se passeranno in vantaggio, con l'impatto giusto, invece di inseguire sempre (è capitato una sola volta nei cinque precedenti con il Merano, compreso questo, e infatti in quell'unica volta vinsero all'overtime in stagione regolare al Palalbani).

E' giusto e bello dirci queste cose soprattutto ora, dopo la quarta sconfitta consecutiva su cinque partite giocate con gli eterni rivali di questa stagione: perché ci crediamo, perché il Varese deve giocare sempre al massimo del roster, dell'intensità e delle motivazioni per raggiungere qualunque traguardo (è una squadra da tutto o niente). E perché il Merano deve sentirsi troppo sicuro di aver vinto per poter perdere.

Stasera era praticamente impossibile riuscire a ingabbiare l'Aquila né, con tutta onestà, era nell'aria un'impresa simile alla vigilia perché molte assenze erano previste, pur non sbandierate: Da Rin ha mischiato gli uomini sopravvissuti, varando un nuovo Varese nell'occasione in cui, più di qualunque altra, contano intesa, esperienza, feeling. 
Nel secondo periodo il Varese è crollato dopo aver subito il secondo gol di Carpino, beccandone un terzo (ancora in superiorità meranese: figurarsi...), anche un quarto e perfino un quinto. Come nel caso dello 0-5 nella prima fase, ecco allora lo 0-5 parziale e l'1-6 finale con lo zuccherino di Marcello Borghi e Bertin in gabbia al posto di Tura nel terzo periodo

Varese praticamente senza una linea, anzi di più, visto che le assenze erano sei e la più inattesa e clamorosa è stata quella di Perna (febbre) che si è aggiunta agli infortunati Schina - tornerà giovedì - e Franchini (praticamente tre quinti della prima linea), a capitan Raimondi, Lo Russo e Michael Mazzacane.
Buon pubblico, anche da Varese, e gol decisivo nel primo tempo di Pontus Moren, ovviamente, nel piatto forte dei padroni di casa: il power play. Varese prima bersagliato, poi coraggioso e vicinissimo al pari con Teruggia solo davanti al portiere Tragust. Quindi ecco l'allungo del Merano, ma è ai tifosi gialloneri giunti in Alto Adige anche stavolta che si deve guardare, soprattutto ora. Partendo da una sola parola: grazie. Non è finita qui.

Merano-Varese 6-1 (1-0, 4-0, 1-1)
Reti: 14'52" Moren in superiorità 1-0; 27'58" Carpino 2-0, 31'37" Radin in superiorità 3-0,  37'31" Terzago 4-0, 39'34" Terzago 5-0; 52'32" M.Borghi (Piroso, Tedesco) in superiorità 5-1, 56'35" Terzago 6-1.
Varese: Tura (Bertin dal 40'); Caranci, F.Borghi, Vanetti, Tedesco, Piroso; Ilic, Re, Asinelli, M.Borghi, Odoni; Cecere, E.Mazzacane, Teruggia, Privitera, P.Borghi, Andreoni. Coach: Da Rin.
Arbitri: Luca Cassol, Federico Stefenelli (Gianluca Abram, Lukas Fleischmann)
Note - Tiri Me 32 Va 26. Penalità Me 12' Va 10'. Spettatori: 698.

OTTAVA GIORNATA  

Merano-Varese 6-1, Appiano-Valpeagle 3-4, Bressanone-Pergine 2-1 all'overtime.

CLASSIFICA MASTER ROUND 

Merano 34 (davanti al Varese nel caso di arrivo a pari punti per via degli scontri diretti). Varese 31. Pergine 25. Valpeagle 20. Bressanone 19. Appiano 17.

NONA GIORNATA

Giovedì 20, ore 20.30: Valpeagle-Bressanone, Pergine-Varese, Appiano-Merano.

ULTIMA GIORNATA

Sabato 22, ore 17.30: Bressanone-Appiano. 18.30: Varese-Valpeagle. 20.30: Merano-Pergine.

PLAYOFF DA GIOVEDI' 27

Quarti di finale al meglio delle 7 gare. Gara 1, giovedì 27: prima master round-seconda qualification round, seconda master round-prima qualification round, terza-sesta, quarta-quinta.
Sabato 29: gara 2 a campi invertiti.

QUALIFICATION ROUND

(prime due ai playoff, l'ultima retrocede in IHL Div. 1)

Ottava giornata: Alleghe-Caldaro 3-4 all'overtime, Valdifiemme-Unterland 3-5.

CLASSIFICA QUALIFICATION ROUND
Caldaro 23. Alleghe 20. Unterland 16. Valdifiemme 15. Como 6.

Giovedì 20, ore 20.30: Como-Valdifiemme, Unterland-Alleghe.

Andrea Confalonieri


Vuoi rimanere informato sui Mastini Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo MASTINI VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP MASTINI VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore