/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 14 febbraio 2020, 14:40

Cercava di vendere in corso Matteotti profumi "tarocchi" per San Valentino, tradito dal trolley e denunciato

Il giovane, residente a Napoli, si aggirava per il centro proponendo affari da urlo. I poliziotti di quartiere hanno notato la merce nascosta nella valigia e lo hanno controllato. Tutto il contenuto è risultato contraffatto

Cercava di vendere in corso Matteotti profumi "tarocchi" per San Valentino, tradito dal trolley e denunciato

La ricorrenza della festa degli innamorati di San Valentino, ha portato un giovane napoletano a cercare fortuna tra i giovani varesini. Ma gli è andata male e ha rimediato una denuncia. Il giovane, ventottenne residente a Napoli, con un trolley pieno di profumi contraffatti, ha raggiunto la Città Giardino e, vestito come un vero rappresentante di cosmetici, è entrato in un negozio di Corso Matteotti a Varese proponendo la vendita di profumi.

Alla commessa ha riferito che i profumi che le stava proponendo erano oggetto di un fallimento aziendale e che, pertanto, il prezzo di vendita era davvero interessante. La sua presenza non è passata inosservata ad una pattuglia di Poliziotti di Quartiere i cui agenti, insospettiti perché alla loro vista il giovane ha allungato il passo non accorgendosi di aver lasciato aperto il trolley da cui si notava il contenuto, hanno proceduto alla sua identificazione e al controllo della merce in suo possesso. 

Dagli accertamenti esperiti è emerso che il giovane, residente nel centro di Napoli, annovera numerosi precedenti penali per reati inerenti la contraffazione. Inoltre è risultato colpito da ordine di allontamanento da diverse città. I profumi trovati in suo possesso, sono risultati tutti contraffatti. Secondo quanto riferito dallo stesso giovane le confezioni sequestrategli erano effettivamente false e le aveva acquistate, per pochi euro, in un negozio del centro di Napoli.

L'uomo è stato quindi accompagnato presso gli Uffici della Questura di Varese dove è stato deferito alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Varese per i reati di ricettazione e introduzione nello Stato e commercio di prodotti falsi o contraffatti. Tutto il materiale è stato posto sotto sequestro e l’uomo è stato proposto per il foglio di via obbligatorio.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore