/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 14 febbraio 2020, 12:48

Cocaina nascosta nel campanello della bicicletta: arrestato pusher al parco

Si tratta di un tunisino di 21 anni, scoperto dagli agenti della polizia di Busto Arsizio mentre era intento a spacciare nell'area verde di via Magenta

Cocaina nascosta nel campanello della bicicletta: arrestato pusher al parco

Arrestato il pusher in bicicletta. E' successo nel primo pomeriggio di ieri a Busto Arsizio: la Volante del Commissariato della Polizia di Stato di Busto ha arrestato in flagranza di reato un tunisino di 21 anni sorpreso a spacciare sostanze stupefacenti all’interno del parco “Comerio” di via Magenta.

Il giovane pusher si spostava in sella a una bicicletta nascondendo le dosi di droga nel campanello. Ad attirare involontariamente l’attenzione degli agenti è stato un noto tossicodipendente, che gli uomini della volante hanno visto uscire frettolosamente dal parco. La pattuglia ha deciso di fermarlo, trovandogli addosso una dose di marijuana. È subito sembrato chiaro che l’acquisto era appena stato concluso all’interno dell’area verde, sospetto rafforzato dal fatto che i poliziotti hanno subito notato il tunisino e, vicino a lui, altri due giovani.

A questo punto gli agenti hanno bloccato il terzetto, provocando il tentativo, da parte di uno dei sospetti clienti, di disfarsi di una dose di marijuana gettandola a terra. Il tunisino è stato perquisito: svitando il campanello della bicicletta che, guarda caso, non emetteva alcun suono, sono saltate fuori anche due dosi di cocaina. 

L'analisi del cellulare dello straniero - il suo recente coinvolgimento in analoghi episodi e il fatto che, pur essendo irregolare e disoccupato, avesse in tasca varie banconote di piccolo taglio - hanno confermato l’ipotesi che si trattasse di uno spacciatore. Ai suoi polsi sono scattate le manette per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. 

 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore