/ Politica

Politica | 01 febbraio 2020, 13:49

Incidente in Valganna, Cosentino: «La ss 233 è pericolosa, bisogna intervenire»

All'indomani dell'incidente in Valganna in cui ha perso la vita un giovane di 29 anni, il consigliere regionale Giacomo Cosentino chiede di «analizzare criticità e migliorare la sicurezza con una progettualità più ampia, gli enti devono fare squadra».

Incidente in Valganna, Cosentino: «La ss 233 è pericolosa, bisogna intervenire»

In seguito al grave incidente accaduto nella notte tra giovedì e venerdì sulla strada statale 233, in cui ha perso la vita un ragazzo di 29 anni (leggi qui), il consigliere regionale – e valgannese – Giacomo Cosentino, chiede un intervento congiunto per risolvere le criticità di quel particolare tratto di strada.

«Sicuramente la strada statale 233 - cosiddetta “la Valganna” - ha delle criticità che vanno affrontate seriamente, una volta per tutte, con tutti gli enti preposti. Non sappiamo ancora la dinamica del grave incidente accaduto l’altra notte e, quindi, non è ancora possibile comprenderne le cause ma, in ogni caso, bisogna analizzare i tratti più pericolosi della 233 e lavorare per migliorarne la sicurezza».

Il primo passo, per Cosentino, è analizzare con Anas (primo ente competente su quel tratto di strada) quale tipo di ulteriori interventi si posso eseguire e, successivamente, lavorare in sinergia con tutti gli altri enti interessati per trovare delle soluzioni. «Sia Regione Lombardia che La Provincia di Varese, compatibilmente con le proprie risorse a disposizione, hanno sempre supportato diversi interventi per la messa in sicurezza degli automobilisti e devo dire che anche i comuni non si sono mai tirati indietro - sottolinea - il comune di Valganna ha da poco installato un semaforo all’ingresso del Paese sia per tutelare i pedoni che gli automobilisti. Ora credo serva una progettualità più ampia, che prenda in considerazione tutte le criticità della SS233. Bisogna fare squadra».

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore