/ Territorio

Che tempo fa

Cerca nel web

Territorio | 25 gennaio 2020, 14:35

Nasce Malnate Ideale nel nome di Massimo Pavesi: «Continuiamo il suo cammino. Accanto alla gente»

Presentato il nuovo progetto civico ispirato all'ex candidato sindaco del centrodestra: «Il tema della sicurezza è prioritario. Lavoriamo con la gente per avere una Malnate più bella»

Nasce Malnate Ideale nel nome di Massimo Pavesi: «Continuiamo il suo cammino. Accanto alla gente»

Nel ricordo di Massimo Pavesi, nel rispetto dei suoi valori, i suoi colleghi di lista hanno presentato oggi, sabato, il nuovo progetto civico Malnate Ideale. La figura dell'ex candidato sindaco di centrodestra, scomparso improvvisamente, lasciando un grande vuoto umano e di attività politica, ha ispirato i cittadini che lo avevano accompagnato alle soglie dell'ultima tornata elettorale. Poi la morte improvvisa e il lutto, ma ora a distanza di tempo il gruppo è ripartito.

Alla guida a Malnate c'è Franca Zanon che ha illustrato le linee guida del movimento. Alla presentazione in sala consiliare c'era anche il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana.  «Ci siamo presentati - dice Zanon - siamo cresciuti anche attraverso gli interventi di Massimo Pavesi. Dopo ciò che gli era successo, anche nel rispetto dell'impegno che ci aveva messo, non ci sembrava giusto che dovesse finire tutto là. Dopo lo sgomento siamo ripartiti. Abbiamo seminato e contiamo di raccogliere».

Sono già diversi i temi di confronto con l'amministrazione: «Per noi il tema della sicurezza è prioritario. La sicurezza sulle strade, delle persone. Come le infrastrutture che, purtroppo, ci sembrano essere dimenticate: penso ai problemi all'ingresso di Malnate, la Folla, Cava Cattaneo. Io chiedo al presidente del consiglio comunale che vedo qui presente di avere un corridoio per fare arrivare i nostri messaggi. Siamo una lista civica che ha ripreso il suo cammino. Siamo propositivi, abbiamo idee, vogliamo stare vicino alla gente, raccogliere il loro sentimento, anche il loro dissenso, i loro mugugni. Vogliamo lavorare per loro e con loro per avere una Malnate più bella».

Il presidente Fontana aveva inaugurato la mattinata: «Sono contento che stia partendo una nuova iniziativa, può essere un'occasione per chi ha voglia di dare il proprio contributo sul territorio. Malnate Ideale è fatta di gente concreta che ha voglia di darsi da fare che pensa al bene dei propri concittadini, al bene della cosa pubblica. Vogliamo andare avanti in questa direzione: credo ci siano ottime prospettive. Oggi inizia un'avventura che andrà molto lontano. Cerchiamo di essere pronti a intercettare il cambiamento».
 

Ha parlato in aula anche Michele Maineri, militante del gruppo: «La nostra presenza è la prosecuzione dell'impegno di Massimo Pavesi che ha sempre avuto un forte senso civico. Il desiderio di portare un segno "più" al nostro territorio è il segnale che Malnate Ideale vuol portare avanti. Lo scopo è nascere come forza civica e come un collettore di domande e richieste che arrivano dal territorio. Dare un ascolto. È una comunione d'intenti che non punta a essere emanazione di un partito. È un interesse verso la comunità malnatese. L'importante è fare, fare bene e fare sì che il nostro amico Massimo che ci segue dall'alto possa essere contento».

Presente anche Giacomo Cosentino, coordinatore di Lombardia Ideale e consigliere regionale: «Ringrazio Franca Zanon che fin dal primo momento si è attivata per darsi da fare un un territorio dove il centrodestra non ha ottenuto ottimi risultati. Sarete importanti per darci il vostro contributo. Noi ci siamo e ci saremo». Hanno portato i loro saluti anche i consiglieri comunali di Malnate e Varese, Sandro Damiani e Piero Galparoli.

Pino Vaccaro

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore