/ Hockey

Hockey | 19 gennaio 2020, 10:55

LA STORIA. Paolo, due giorni a riposo in albergo a Merano per esserci stasera. «Ho fatto un sogno...»

Paolo Capobianco, storico speaker giallonero che lotta come un Mastino con alcuni problemi di salute, è in Alto Adige da ieri "con le mie gocce magiche" per essere in forma stasera alle ore 18: «Proverò a venire al palaghiaccio. Dobbiamo nominare il dottor ingegner "sniper" Andrea Vanetti se vogliamo che succeda qualcosa di bello...»

Paolo Capobianco, speaker dei Mastini, primo a sinistra dal basso: stamattina è uscito dalla sua camera d'albergo a Merano per salutare i tifosi gialloneri. Stasera farà di tutto per esserci

Paolo Capobianco, speaker dei Mastini, primo a sinistra dal basso: stamattina è uscito dalla sua camera d'albergo a Merano per salutare i tifosi gialloneri. Stasera farà di tutto per esserci

Paolo Capobianco ancora non si vede, ma c'è. Lo speaker dei Mastini, che sta lottando da tempo con problemi di salute, è a Merano da ieri anche se non è riuscito a uscire dall'albergo per andare a vedere la semifinale «perché me l'hanno sconsigliato, avevo un bonus da giocarmi e l'ho puntato sulla finale»

Poco fa Paolo è stato accompagnato nell'albergo dove sono rimasti a dormire una settantina di tifosi gialloneri, i Mastini Forever, ed è stato qualche minuto con loro e con il presidente Matteo Torchio per respirare l'attesa di una partita che può fare la storia del club (mai vinta una Coppa Italia; da 25 anni il Varese non alza un trofeo).

«Ora torno in hotel, prendo le mie gocce, mi sdraio e stasera ci provo. Sto un po' meglio, conto di essere alla Meranarena. Ieri ho vissuto la partita con il Pergine senza nemmeno sentire la radiocronaca da Max Airoldi su Radio Village, avrei sofferto troppo. Ogni tanto guardavo il risultato cambiare e, quando eravamo sotto, urlavo "noooo, non è possibile". Poi ho scoperto che aveva segnato il "nostro" Andrea Vanetti, la partita era girata e mi sono commosso». 

Già, il giallonero con il Mastino dentro è speciale per Paolo: «Ogni volta che scrivete qualcosa su Vanetti e io pronuncio le parole magiche, finisce bene. Quindi le dico anche oggi: "Ha segnato con il numero 16 il dottor ingegner "sniper" Andrea Vanetti"». 

Stasera la finale «è tutta un'altra partita, loro sono fortissimi. E allora che provino a vincere. Stasera se devo fare quattro nomi dico Tedesco, Franchini, Perna e lo sniper ma, intanto, alzarsi a Merano in mezzo alle bandiere e alle sciarpe giallonere è bellissimo. Ed è ancora più bello vedere quanta gente di Varese c'era in curva: ho visto il video di Gigi Galassi e quelli del Pergine erano meno rispetto a nostri. L'anno scorso le proporzioni erano invertite... Spero che oggi venga qualcuno in più».


Paolo, ieri notte, ha fatto un sogno: «Il Palalbani pieno come un uovo per la sfida di campionato di sabato prossimo con il Merano perché.... beh perché lo sappiamo».

Andrea Confalonieri


Vuoi rimanere informato sui Mastini Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo MASTINI VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP MASTINI VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore